Serie B, Latina-Livorno 3-1: i pontini tornano al successo dopo un mese

Dal nostro inviato a Latina – Finisce 3-1 al Francioni tra Latina e Livorno una gara bella e divertente nei primi 45 minuti di gioco, nervosa e confusionaria nella ripresa.

Latina-Livorno. Fonte: Simone Gamberini
Latina-Livorno. Fonte: Simone Gamberini

Il primo tempo è tutto a tinte nerazzurre e il Latina gioca davvero un ottimo calcio. Possesso palla a due tocchi e movimenti costanti e omogenei della squadra mettono in crisi il Livorno che subisce il palleggio avversario e non riesce a giocare palloni per le proprie punte.

Il Latina passa immediatamente in vantaggio quando Calderoni dalla sinistra trova in area Schiattarella che ha il tempo di girarsi e trova un gran gol in torsione.

Il Livorno non ha reazione e il Latina ne approfitta: il gioco in ampiezza dettato dai piedi di Ruben Olivera libera spesso conclusi dalla distanza e Pinsoglio guarda uscire di poco a lato della sua porta le botte di Schiattarella e Acosty. Lo stesso Acosty è l’uomo in più del Latina e con un gran guizzo si conquista la punizione che vale il raddoppio: Olivera dal limite dell’area piazza il pallone sul secondo palo e segna il gol che chiude virtualmente la gara.

Il Livorno sembra uscire dal campo ma rientra a sorpresa in partita grazie ad una pennellata di Luci che serve Vantaggiato, bravissimo a controllare il pallone e a battere Farelli sfruttando anche un’amnesia di Brosco.

La ripresa ha ritmi decisamente più blandi figli della grande intensità della prima parte di gioco. Il Livorno è più in partita ma non riesce a creare né superiorità numerica né spazi in profondità per Vantaggiato e Pasquato che è totalmente nullo. La chance del KO capita sui piedi di Corvia ma l’attaccante scuola Roma spreca l’ottimo assist di Olivera su calcio da fermo con un piattone alto.

La gara si innervosisce e diventa sempre meno spettacolare: Mutti cambia le carte in tavola con gli ingressi di Comi e Bunino. L’unica grande chance per il 2-2 capita proprio sui piedi dell’attaccante scuola Pro Vercelli che da pochi passi calcia alto.

Il finale di gioco continua all’insegna del nervosismo e del poco ordine: glia tacchi livornesi non hanno ritmo è solo un colpo di testa sugli sviluppi di un corner spaventa Farelli. Poi in contropiede si spalancano praterie per le ripartenza nerazzurre e sull’asse Calderoni-Jefferson arriva il gol che sentenzia il match.

Ottimi tre punti per il Latina che ottiene per la prima volta il successo attraverso il gioco ed evita di inceppare nelle carenze viste contro la Salernitana appena due settimane fa. La vittoria di oggi inoltre corona una giornata storica per la squadra pontina che disputava la centesima gara in Serie B della sua storia.

Giornataccia per il Livorno che ha sofferto a causa di un sistema di gioco inadatto ad una partita del genere e non ha mai dato l’impressione di essere in gara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *