Serie B, Livorno-Vicenza 2-2: primo tempo nullo, ripresa vivace a suon di gol

L’anticipo della 13° giornata termina con un pareggio.

Curva del Livorno Fonte: Prof.Quatermass
Curva del Livorno
Fonte: Prof.Quatermass

All’ Armando Picchi il match tra Livorno e Vicenza finisce 2 a 2. Primpo tempo senza emozioni, dal punto di vista tecnico non c’è nulla da dire. La ripresa cambia volto e il Livorno si porta subito in vantaggio con Cazzola. La reazione del Vicenza è immediata: dopo un minuto è pareggio con Raicevic (poi espulso al 73′) e il momentaneo sorpasso arriva dai piedi di D’Elia. Gli uomini di Panucci trovano il 2 a 2 con il solito Vantaggiato. Di seguito la cronaca del match. 

Pochi tifosi all’ Armando Picchi, c’è poca voglia di parlare di calcio dopo gli episodi di Parigi. I giocatori entrano sulle note della Marsigliese come stabilito dalla Lega di B. Osservato un minuto di silenzio in memoria della vittime di ieri sera. Tanti gli applausi dagli spalti.

Il Livorno cerca di sfruttare le corsie esterne, ma il Vicenza si copre bene. Gli amaranto fanno fatica a penetrare tra le maglie avversarie, il gioco è spesso bloccato al centrocampo. Non ci sono emozioni particolari, dal punto di vista tecnico si vede ben poco. L’unica nota nel finale. Al 41′ un calcio di punizione di Modic costringe Pinsoglio a distendersi e deviare in calcio d’angolo. I primi 45′ minuti terminano sullo 0 a 0. A tratti meglio il Vicenza, concludono meglio gli uomini di Panucci. 

La ripresa inizia con un gioco più vivace. Al 50′ viene annullato un gol a Fedato per fuorigioco. Passano pochi minuti e al 55′ Cazzola porta in vantaggio i suoi. Gol di testa che sfrutta un buon cross di Jelenic. Neanche il tempo di gioire ed è subito pareggio. Una disastrosa lettura difensiva permette ad una rimessa laterale di arrivare a Giacomelli che scodella in area di rigore: Raicevic è il più veloce a raccogliere il pallone e a battere Pinsoglio. Botta e risposta. Prima ci riprova Giacomelli, poi gli amaranto si fanno pericolosi con Vantaggiato e Fedato. Per il Vicenza è un buon momento e al 65′ si porta per la prima volta in vantaggio. Azione travolgente degli uomini di Marino con D’Elia che raccoglie un assist del solito Giacomelli e batte in rete. Il Livorno non ci sta e al 72′ trova il pareggio. Vantaggiato è rapido a sfruttare una palla vagante in area di rigore e a battere Vigorito sul filo del fuorigioco. Il clima della partita si fa molto acceso e un minuto dopo un colpo volontario di Raicevic a Ceccherini gli costa il cartellino rosso. I padroni di casa non sfruttano al meglio la superiorità numerica. Dopo un primo tempo scarso e una ripresa vivace, il match termina sul risultato di 2 a 2.

TABELLINO

Livorno (4-3-3): Pinsoglio, Moscati, Ceccherini, Vergara, Lambrughi, Luci, Schiavone, Cazzola (dal 67′ Pasquato), Fedato, Vantaggiato, Jelenic (dal 68′ Aramu). All. Panucci

Vicenza (4-3-3): Vigorito, Laverone, Sampirisi, Mantovani, D’Elia, Modic (dal 77′ Sbrissa), Urso, Cinelli, Gatto (dall’85’ Pettinari), Raicevic, Giacomelli. All. Marino

Ammoniti: Luci al 22′, Ceccherini al 45′, Cazzola al 58′, Fedato al 71′ (L); Mantovani al 28′, Pettinari all’87’, Laverone al 91′ (V)

Espulsi: Raicevic al 73′

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *