Serie B, rimonta del Perugia: 2-1 sull’Avellino

Seconda vittoria consecutiva per il Perugia di Bisoli che, anche senza il suo bomber Ardemagni, riesce a rimontare contro un buon Avellino e a portare a casa i tre punti. A nulla serve la supremazia ddi Lupi nel primo tempo, troppo distratti nella ripresa per proteggere il vantaggio.

Vittorio Parigini, Perugia. Fonte: Matteo Brama
Vittorio Parigini, Perugia. Fonte: Matteo Brama

L’Avellino prende da subito in mano le redini del gioco e schiaccia il Perugia nella sua metà campo, grazie agli attacchi insistito di Mokulu e Trotta. Proprio l’attaccante classe ’92 pro si a rendersi pericoloso in più occasioni: prima la sua incrinata viene deviata da un intervento provvidenziale di Volta, poi, dopo un bel contropiede portato avanti da Mokulu, si fa deviare la conclusione da un difensore avversario.

Al 35′ arriva il meritato vantaggio dei Lupi ad opera di Gavazzi: il centrocampista raccoglie una respinta della difesa e da venti metri manda la palla in rete con un magnifico tiro al volo. Il Perugia, fino ad ora praticamente assente dal campo, trova la giusta reazione solo all’inizio della ripresa con Di Carmine che, chiamato a sostituire l’infortunato Ardemagni, non fallisce nell’impresa e grazie ad uno svarione della difesa campana firma il pari.

Decisamente rinato il Grifo nel secondo tempo, più propositivo e deciso a ribaltare lo svantaggio. Ed infatti, al 65′, ci pensa Parigini a completare la rimonta degli umbri mandando la palla in porta da due passi. L’Avellino sembra aver accusato il colpo e, dopo aver dominato la prima frazione di gioco, prova a farsi timidamente avanti con il solito Trotta, troppo impreciso però per rendersi pericoloso.

Nulla da fare per i Lupi, incapaci di trovare la giusta reazione per agguantare il pareggio: per gli uomini di Tesser è questa la seconda sconfitta consecutiva, che li colloca al sedicesimo posto in classifica, soltanto un punto sopra alla zona play-out. Più felice la situazione del Perugia, arrivato addirittura in ottava posizione, in piena zona play-off.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *