Serie B, rimonta del Perugia: 4-1 sul Livorno

Il Perugia si aggiudica il rimonta lo spettacolare anticipo della Serie B contro il Livorno. Dopo il vantaggio di Moscati, ex della partita, lo umbri ingranano la marcia e riescono a ribaltare la partita grazie alle reti di Drolè, Ardemagni e Parigini, il migliore in campo assieme a Spinazzola.

Vittorio Parigini, Perugia. Fonte: Matteo Brama
Vittorio Parigini, Perugia. Fonte: Matteo Brama

Comincia molto bene il Perugia: la squadra di Bisoli prima della mezz’ora spaventa più volte gli avversari con uno scatenato Parigini. Il Livorno però non resta a guardare e con un tiro di esterno sinistro di Pasquato prova a far male alla squadra umbra; gli amaranto riescono a passare in vantaggio al 33′ con Moscati: l’ex giocatore proprio del Perugia beffa Rosati con un bellissimo destro da fuori area.

Pochi minuti più tardi l’espulsione di Comi, mandato anzitempo negli spogliatoi per un contatto duro con Belmonte e le successive proteste verso l’arbitro, costringe il Livorno a giocare in inferiorità numerica. L’allontanamento dal campo anche di Mutti scalda ancora di più la partita dei toscani e permette al Perugia di reagire prima del l’intervallo con Spinazzola, pericoloso più di una volta.

Il pari del grifo arriva nella ripresa con il neo entrato Drolé che dopo un flipper nell’area toscana riesce a bucare la porta di Ricci. In ragazzi di Bisoli riacquistano fiducia e con Spinazzola provano ancora a portarsi avanti, alla ricerca del goal che ribalterebbe il risultato. A far esplodere di gioia i tifosi del Perugia ci pensano Ardemagni e Parigini: al 71′ il centravanti classe ’87 mette in rete con una zampata da due passi un suggerimento di testa di Drolé e poi, solamente tre minuti più tardi, Parigini corona la sua bella prestazione mandando in porta il pallone su una respinta di Ricci sul suo colpo di testa precedente.

L’eccessiva gioia per il goal costa cara al giovane attaccante del grifo che, già precedentemente ammonito, si toglie la maglietta durante l’esultanza e guadagna il secondo giallo che ristabilisce la parità numerica. Il Livorno, tramortito dai due goal, prova a gestire la palla nel tentativo di riaprire i giochi, ma il Perugia è attento e blocca in tempo i tentativi degli avversari. Prima del triplice fischio c’è tempo anche per il poker di Ardemagni che beffa ancora una volta Ricci insaccando una respinta sul tiro di Drolè.

I tre punti fanno volare momentaneamente gli umbri all’ottavo posto, in zona play-off; la pesante sconfitta invece fa male ai toscani, dodicesimi in classifica a pari punti con la Pro Vercelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *