Serie B, Salernitana-Ascoli 2-0: Pestrin e Coda regalano la vittoria ai campani

Dalla nostra inviata a Salerno- Dopo quattro partite torna a vincere la Salernitana. I campani si impongono per 2-0 contro un Ascoli troppo impreciso e privo di grinta, pericoloso solo a tratti. Le reti di Pestrin e Coda, forse l’uomo più in forma della squadra di Torrente, fanno esplodere i tifosi dell’Arechi che adesso sognano la salvezza.

Salernitana-Ascoli. Fonte: Ada Cotugno
Salernitana-Ascoli. Fonte: Ada Cotugno

Parte bene la Salernitana che prova in tutti i modi a scardinare la ben chiusa difesa marchigiana con le incursioni di Coda e Gabionetta. Dall’altra parte l’Ascoli prova a chiudere tutti gli spazi disponibili e ad avanzare sporadicamente in velocità rubando palla alla squadra campana. I granata provano ad avanzare con un insistente possesso palla e al 27′ riescono finalmente a sbloccare la partita con Pestrin che con un tiro da fuori area trova prima il palo e poi il goal.

Dopo la rete la squadra di Torrente prende coraggio e torna in avanti con il solito Coda, oggi in gran forma ma impreciso nell’ultimo passaggio in più di un’occasione. Sul finire della prima frazione di gioco anche la squadra di Mangia si affaccia dalle parti di Terracciano, ma sono sempre i campani a creare più occasioni e a spaventare la difesa marchigiana.

Nella ripresa l’Ascoli approfitta di qualche distrazione della difesa campana per provare a pareggiare i conti, ma è sempre la Salernitana ad essere pericolosa e a sfiorare il doppio vantaggio con un tiro di Gabionetta, deviato in angolo. Al 52′ i campani trovano la rete del 2-0 con una straordinaria ripartenza in velocità di Gabionetta che serve Bovo libero al limite dell’area; il numero 21 effettua un passaggio filtrante per Coda che solo davanti al portiere non sbaglia e sigla la sua terza rete in campionato.

Pur essendo in pieno possesso della partita, i Granata continuano a pressare e ad avanzare con veloci ripartenze, impedendo alla squadra di Mangia di abbozzare una reazione. L’Ascoli avanza timidamente e senza grinta, lasciando ai campani il dominio del campo e la possibilità di andare nuovamente in goal. Nel finale c’è tempo solamente per un tentativo disperato di Perez, deviato abilmente in angolo da un grande intervento di Svedkauskas.

Con questa sconfitta i marchigiani, che non hanno mai vinto fuori casa in questa stagione, scivolano al penultimo posto della serie B, 7 punti sopra al Como fanalino di coda; sorride invece la Salernitana sedicesima assieme a Vicenza e Latina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *