Serie B, Trapani-Pescara 0-3: al Provinciale cade l’imbattibilità dei granata

Giovanni Mazzola dal Provinciale di Trapani – Dal Pescara al Pescara. Si può riassumere così il pomeriggio del “Provinciale” di Trapani dove i granata perdono il primo match di campionato, e l’imbattibilità casalinga che durava da ben 16 gare, contro il Pescara, ultima squadra che aveva vinto in Sicilia e che non coglieva una vittoria esterna da ben dieci incontri, che vince con un roboante 3-0.

Fonte: Giovanni Mazzola
Fonte: Giovanni Mazzola

Tante novità da una parte e dall’altra viste le indisponibilità per Cosmi e Oddo: nel Trapani Cosmi conferma il 4-3-1-2 anticipato in settimana con Eramo preferito ad un Coronado ancora alle prese con problemi muscolari. In attacco, invece, a sorpresa gioca il giovane Sparacello accanto a Citro. Modulo speculare per il Pescara che deve fare a meno all’ultimo minuto di Cocco, fermato dalla febbre. Formazione rivoluzionata in avanti, quindi, con Selasi e Benali, inizialmente in ballottaggio tra di loro, contemporaneamente in campo con il libico spostato sulla trequarti a supporto di Lapadula e Caprari.

È arrembante la partenza del Trapani che prova a chiudere nella propria metà campo il Pescara: la prima occasione è per i granata dopo 3 minuti con Citro che dal limite dell’area prova a piazzare il destro ma Fiorillo devia in corner. Due minuti più tardi, però, il Pescara alla prima occasione passa in vantaggio con Lapadula: azione fulminea dei biancoazzurri con Benali che riceve in profondità e dal limite destro dell’area mette dentro un pallone che Lapadula, tutto solo, può insaccare senza problemi trovando il quarto gol di fila. Il gol è una doccia fredda per il Trapani che fatica a ricompattarsi e a trovare una reazione: al quarto d’ora i granata si fanno rivedere con Sparacello dalle parti di Fiorillo, ma la grande chance arriva al 20° minuto quando Citro recupera palla sulla trequarti e serve Eramo al limite dell’area ma Fiorillo compie un grande intervento e in allungo allontana la sfera.

Il Pescara, complice il vantaggio, non si scompone e difende con ordine grazie ad un Campagnaro che annulla l’attacco granata con la complicità di Mandragora, difensore aggiunto in fase difensiva. La squadra di Oddo, però, quando parte in velocità è pericolosa è al 28° minuto arriva il raddoppio: sull’out di sinistra Caprari salta in velocità Perticone, cross dentro verso Lapadula che scarica all’indietro dove c’è Benali che con un potente destro batte Nicolas. Il raddoppio dei biancoazzurri conferma la cinicità sotto porta della squadra di Oddo e le difficoltà del Trapani a sfondare il muro abruzzese: Cosmi, nell’ultimo quarto d’ora, cambia il modulo passando ad un 3-5-2 ma le occasioni per i granata scarseggiano.

Fonte: Giovanni Mazzola
I tifosi del Pescara giunti in Sicilia – Fonte: Giovanni Mazzola

Dagli spogliatoi esce un Trapani a trazione anteriore per cercare di riaprire l’incontro ma al 52° minuto arriva addirittura il tris del Pescara con Caprari che, servito tutto solo da Lapadula dopo l’errore di Pagliarulo, insacca sul palo primo palo dove Nicolas non arriva. Dalla panchina Cosmi guarda impotente la disfatta dei suoi: già al 58° minuto il tecnico granata spende tutti e tre i cambi alla ricerca di un gol ma il Pescara riesce a chiudersi bene nella propria metà campo non concedendo spazi ai siciliani e anzi andando vicino al poker al 64° minuto con Verre ma la palla termina sull’esterno della rete.

Nel finale l’egemonia dell’incontro non cambia, con il Trapani che non trova più la via della porta e attende solo il fischio finale che arriva dopo quattro minuti di recupero. Finisce 0-3 al “Provinciale: risultato fin troppo severo per il Trapani che perde un match dove il Pescara ha dimostrato maggiore intelligenza tattica e freddezza sotto porta, trovando il pronto riscatto dopo la sconfitta nel derby salendo e salendo così a quota 12 punti in classifica. Resta fermo a 13 punti il Trapani di Cosmi che conferma le difficoltà palesate nella retroguardia contro la Salernitana, dove comunque erano arrivati i tre punti.

TRAPANI-PESCARA 0-3
MARCATORI: 5′ Lapadula (P), 28′ Benali (P), 52′ Caprari (P)

TRAPANI (4-3-1-2): Nicolas; Perticone, Pagliarulo, Scognamiglio, Rizzato (54′ Basso); Ciaramitaro, Scozzarella, Barillà; Eramo; Citro (54′ Montalto), Sparacello (59′ Coronado). All. Cosmi

PESCARA (4-3-1-2): Fiorillo; Fiamozzi, Campagnaro, Zuparic, Crescenzi; Verre (78′ Forte), Mandragora, Selasi; Benali (66′ Bruno); Caprari, Lapadula (85′ Cappelluzzo). All. Oddo

ARBITRO: Vincenzo Ripa di Nocera Inferiore
AMMONITI: Perticone (T), Sparacello (T), Eramo (T), Campagnaro (P), Barillà (T), Mandragora (P), Fiorillo (P), Scognamiglio (T)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *