Tim Cup, Roma-Spezia 2-4 d.c.r.: gli errori di Pjanic e Dzeko portano i liguri ai quarti

ROMA – Allo stadio “Olimpico” per gli ottavi di finale di Tim Cup si gioca Roma-Spezia, la vincente affronterà l’Alessandria ai quarti. Poco turnover per Garcia che schiera Pjanic, Salah, Iturbe e Dzeko, con l’esordio da titolare per Emerson in difesa. Liguri con la coppia d’attacco Catellani-Nenè.

Stadio Olimpico di Flavio Ponissi
Fonte: Flavio Ponissi

Gli ospiti non partono intimoriti e dopo cinque minuti Brezovec spaventa De Sanctis con un destro non lontano dal palo. Al 19° viene ammonito Ucan per un duro fallo su Brezovec. La Roma si vede solo al 25° proprio con Ucan che prova il diagonale dal limite d’area, che finisce fuori di poco. Un minuto dopo De Sanctis respinge una conclusione di Situm, ma Castàn è prodigioso ad anticipare il tap-in di Nenè. Alla mezz’ora gol annullato a Dzeko perchè sull’assist di Salah è in posizione irregolare secondo il guardalinee. Ammonito Terzi al 34° per un intervento in ritardo su Salah. Un minuto dopo giallo anche a Nenè per un fallo duro su Iturbe. Al 40° finisce tra gli ammoniti anche Vainqueur per fallo su Canadjija. Nel finale ci riprova Ucan, ma la conclusione deviata non impensierisce Chichizola. Un brutto primo tempo finisce 0-0.
Si riparte senza cambi. La Roma fatica ancora: all’11° Brezovec impegna De Sanctis sugli sviluppi di un corner. Ancora Spezia: Nenè in area viene chiuso in corner da Rudiger all’ultimo istante. Garcia prova una scossa e al quarto d’ora inserisce Florenzi per Iturbe. Al 19° è il turno anche di De Rossi: esce Vainqueur. Si vede la Roma un minuto dopo: Salah vince un rimpallo in area e calcia, ma sopra la traversa. Cambia anche Di Carlo: entra Juande per Brezovec. Al 25° cross di Emerson da sinistra: svetta Maicon di testa, ma Chichizola c’è. Alla mezz’ora entra Ciurria per Misic. Finisce i cambi Garcia: entra Digne per Emerson. Il neo entrato impegna subito Chichizola dalla distanza, ma senza fortuna. Al 37° Spezia ancora pericoloso con Situm, la cui conclusione è deviata da Rudiger in corner. Al 45° Chichizola deve volare a respingere una conclusione dalla distanza di Ucan. Ammonito nel recupero Rudiger che stende Catellani. Anche il secondo tempo finisce senza reti, si va ai supplementari.
Primo tempo supplementare: al 4° Florenzi scambia con Ucan e calcia di sinistro, ma sopra la traversa. Tre minuti dopo Pjanic trova la testa di Dzeko, che non sorprende però Chichizola. Di Carlo termina i cambi: dentro Acampora per Catellani. La Roma spinge, ma non riesce ad essere abbastanza pericolosa per passare in vantaggio, e finisce il primo tempo.
Secondo tempo supplementare: Roma sempre troppo poco incisiva, come all’8° con un cross di Maicon che finisce sopra la traversa. All’11° Pjanic ha un’occasione dal limite, ma calcia altissimo. Dopo 120 minuti il risultato è ancora bloccato: si va ai rigori.
Sequenza rigori: Pjanic traversa, Terzi gol, Dzeko alto, Nenè gol, De Rossi gol, Juande gol, Digne gol, Acampora gol. Lo Spezia raggiunge i quarti di finale della Tim Cup, dove affronterà l’Alessandria.

IL TABELLINO:
ROMA (4-3-3): De Sanctis; Maicon, Castàn, Rudiger, Emerson (79° Digne); Pjanic, Vainqueur (64° De Rossi), Ucan; Salah, Dzeko, Iturbe (60° Florenzi). A disposizione: Szczesny, Lobont, Manolas, D’Urso, Gyombèr, Di Livio, Umar, Nainggolan, Falque. Allenatore: Garcia.
SPEZIA (4-4-2): Chichizola; Martic, Valentini, Terzi, Migliore; Misic (77° Ciurria), Brezovec (65° Juande), Canadjija, Situm; Catellani (98° Acampora), Nenè. A disposizione: Sluga, Coric, Postigo, Tamas, Piccolo, Errasti, Milos, Dentello, Rossi. Allenatore: Di Carlo.
ARBITRO: Di Bello di Brindisi.
MARCATORI: Nessuno.
AMMONITI: Ucan, Salah, Nenè, Vainqueur, Rudiger.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *