Serie B, Ascoli-Bari 1-1: Perez pareggia nel finale

Sotto l’albero, Ascoli e Bari, si dividono la posta in palio. Al “Del Duca” la gara, che si infiamma negli ultimi minuti di gioco, termina 1-1. È Tonucci a portare in vantaggio i pugliesi al 37’ st.  Ma in pieno recupero l’incornata del bianconero Perez, decisiva e vincente, fa esplodere il pubblico di casa. L’Ascoli così, nel finale, riesce a riacciuffare un buon pareggio che rispecchia l’andamento della gara e che sembra, in fondo, accontentare entrambe le squadre.

Salernitana-Ascoli. Fonte: Ada Cotugno
Salernitana-Ascoli. Fonte: Ada Cotugno

PRIMO TEMPO

Bari propositivo e ben disposto in campo. Nei primi venti minuti è la squadra pugliese a costruire buone azioni anche se non si riveleranno mai essere fin troppo pungenti. Alla mezz’ora due grandi occasioni, una per parte: tra i biancorossi è Brienza a sfiorare il gol, mentre tra i padroni di casa è Cacia a mancare una ghiotta opportunità per far passare in vantaggio i bianconeri.  Poche azioni degne di nota e tanto equilibrio in campo. Così si chiude il primo tempo con le due squadre ferme sullo 0-0.

SECONDO TEMPO

Nella ripresa l’Ascoli esce gli artigli. La squadra di casa acquista sempre più coraggio e supremazia. Sin dai minuti iniziali, i bianconeri, si propongono in avanti e provano in tutti i modi a centrare il gol del possibile vantaggio. Prima con Orsolini, poi con Gatto e con Cacia, l’Ascoli sfiora, in soli tre minuti, il sorpasso. Le azioni dei padroni di casa si fanno ancora più tambureggianti dopo l’espulsione di Daprelà tra le fila biancorosse. Il difensore del Bari, all’11 st è costretto ad abbandonare il terreno di gioco poiché è il destinatario di un cartellino rosso diretto, da parte dell’arbitro Baroni,  per un intervento giudicato pericoloso ai danni di Orsolini. È da questo momento che l’Ascoli acquista ancora di più padronanza, forte della superiorità numerica. Inizia un vero e proprio arrembaggio dei padroni di casa nel disperato tentativo di sbloccare la gara. Al 16’st è Micai a negare a Cacia la gioia del gol del possibile vantaggio, al 20’ st Almici centra in pieno il palo e al 27’ Addae ci prova dalla distanza con un tiro che però termina alto sulla traversa. L’Ascoli spinge. Poco dopo ci riprova con Orsolini e poi ancora con Cacia. Ma è nel momento migliore dei padroni di casa che arriva il gol del Bari: al 37’st su calcio d’angolo battuto da Brienza, Tonucci si fa trovare pronto e sigla, di testa, la rete del momentaneo vantaggio ospite. L’Ascoli non si abbatte, anzi. Le azioni propositive dei bianconeri si susseguono una dopo l’altra. Il Bari soffre e cerca di difendere a denti stretti il risultato. Ma al 47’ st, in pieno recupero, Perez di testa, su cross di Giorgi, riesce a spiazzare Micai e a regalare ai suoi il gol del definitivo pareggio.  

Continua il momento positivo dell’Ascoli che sale a quota 24 punti in classifica. Mentre il Bari, surclassato dall’Entella, scivola fuori, momentaneamente, dalla zona play-off. Ma si sa, il campionato di serie B è ancora lungo e fin troppo sorprendente per emettere sin da ora verdetti.