Inter-Cagliari, 1-2: Icardi sbaglia il rigore, i rossoblu espugnano San Siro

In seguito alla disfatta del Napoli in casa, nell’anticipo di ieri contro la Roma, è arrivata oggi anche la sconfitta dell’Inter a San Siro contro il Cagliari.

Mauro Icardi - Fonte immagine: inter.it
Fonte immagine: inter.itinter

La partita ha visto prima favoriti i padroni di casa che, nonostante il rigore sbagliato da parte di Icardi, sono andati in gol all’avvio del secondo tempo grazie al guizzo di Joao Mario, poi sono stati i sardi ad avere la meglio, con il gol di Melchiorri al 71′ e l’autorete di Handanovic che è riuscito a intercettare il pallone su una deviazione di Murillo, ma ha poi trascinato col corpo la sfera in porta.

Durante la prima frazione di gioco si sono resi nettamente protagonisti i padroni di casa, con possesso palla e gioco aggressivo. I nerazzurri si rendono pericolosi con Perisic e Candreva che spingono tantissimo sulle rispettive fasce, giungendo più volte al cross in mezzo all’area. Al 24′ la squadra di De Boer ha la possibilità di passare in vantaggio per una manata di Bruno Alves su Icardi: l’arbitro concede il rigore all’Inter e ammonisce il portoghese. Il capitano nerazzurro però fallisce dal dischetto, mettendo il pallone sul fondo. La formazione di casa continua a spingere e a fare pressing, ma non riesce ad incidere.

All’avvio della ripresa è ancora l’Inter ad andare in attacco e, al 55′, giunge la rete di Joao Mario su una respinta. I padroni di casa tentano di tenere le redini della partita, ma il Cagliari è abile a sfondare la difesa degli avversari. Melchiorri al 71′ da posizione ravvicinata beffa Handanovic e manda la palla in rete; i nerazzurri provano a rafforzare il settore offensivo inserendo Eder ma il risultato non è quello sperato. Sugli sviluppo di un corner, Melchiorri crossa in area e trova la deviazione di Murillo: Handanovic riesce a trattenere la sfera, ma poi col corpo trascina il pallone in rete. La partita si chiude con i gialloblu in attacco e un’azione pericolosa di Isla.