Serie A, gli anticipi sorridono a Chievo, Napoli e Juventus

Gli anticipi della tredicesima giornata di Serie A sorridono a Chievo, Napoli e Juventus che battono rispettivamente Cagliari, Udinese e Pescara.

Lorenzo Insigne (Fonte: Clément Bucco-Lechat Wikipedia)
Lorenzo Insigne (Fonte: Clément Bucco-Lechat Wikipedia)

Tutto facile per la squadra di Allegri – Come previsto, tutto abbastanza facile per la Juventus di Allegri che supera agevolmente il Pescara ed arriva nel migliore dei modi al big match di Champions League contro il Siviglia. Allegri, complici le numerose assenze e l’imminente impegno di coppa, schiera una squadra abbastanza rimaneggiata non rinunciando però al 3-5-2. Turno di riposo per Buffon mentre tra i titolari si rivedono Asamoah ed Hernanes che si muove in cabina di regia. In avanti scelta obbligata: Mandzukic-Higuain. Oddo con il Pescara ancora a caccia dei primi punti fuori casa se si esclude la vittoria a tavolino con il Sassuolo, schiera i suoi a specchio. La partita, abbastanza noiosa, si sblocca al 36′ quando Khedira dopo un fraseggio con Mandzukic e trova il gol capitalizzando al meglio l’assist di tacco del croato. Il tedesco restituisce il favore al 63′ servendo di testa al centravanti il pallone per il 2-0. Il Pescara, salito a Torino con un approccio molto conservativo nonostante le dichiarazioni di Oddo della vigilia, è tramortito. Sei minuti più tardi infatti arriva il gol che chiude definitivamente l’incontro. Lo sigla Hernanes con un tiro dalla distanza che sorprende Bizzarri. Con il risultato in ghiaccio resta il tempo per l’esordio del giovanissimo Kean e per un salvataggio sulla linea di Evra.

Il Napoli sbanca Udine dopo nove anni – Dopo nove anni il Napoli torna da Udine con i tre punti. Decisiva la doppietta di Insigne che ritrova il gol dopo una lunga astinenza e porta i partenopei momentaneamente al quarto posto in classifica. Dopo un primo tempo decisamente bloccato e privo di emozioni, la partita si vivacizza nella ripresa. Dopo appena due minuti infatti Callejon trova l’affondo giusto per liberare il destro di Insigne. Il folletto napoletano non sbaglia e porta in vantaggio i suoi. Il gol gela l’Udinese che ha grandi difficoltà a riorganizzarsi. I partenopei, sempre con Insigne, si rendono allora pericolosissimi in altre due occasioni nei dieci minuti successivi. Prima l’Udinese si salva grazie alla traversa. Poi è Karnezis, all’11’, a deviare sopra la traversa. E’ però il preludio al raddoppio che infatti arriva puntuale un minuto più tardi quando Insigne anticipa Widmer e sigla la sua prima doppietta stagionale. La partita però non è finita. Dopo appena due minuti infatti l’Udinese riapre i giochi grazie alla rete di Perica bravo a trovare la deviazione di testa su calcio d’angolo battuto da Kums. Ma quello dei friulani è solo un fuoco di paglia. Il Napoli gestisce il risultato ed anzi sfiora anche più volte il terzo gol.

Il Chievo ringrazia Gobbi – Una rete di Gobbi ad inizio ripresa regala al Chievo tre punti importantissimi contro un Cagliari apparso troppo impreciso negli ultimi sedici metri. La partita è piuttosto brutta nella prima frazione di gioco mentre si vivacizza nella ripresa. La rete del terzino clivense è stupenda ed arriva al termine di un’azione travolgente impreziosita dal triangolo con Castro. Il gol da maggiore sicurezza al Chievo che sfiora spesso il gol del raddoppio che solo un ottimo Storari riesce ad evitare.