Calcio femminile, Italia: sconfitta pesante contro la Germania

Una gara non facile già da programma per l’Italia si trasforma in una lezione severa e difficile da digerire ma dalla quale sarà necessario trarre tutte le indicazioni possibili se si vorranno evitare gli stessi errori in futuro.

Daniela Sabatino con l'Italia - Fonte: Threecharlie, Wikipedia
(Daniela Sabatino contro il Belgio – Fonte: Threecharlie, Wikipedia)

Le Azzurre escono pesantemente sconfitte nel risultato dall’amichevole contro la Germania dopo aver giocato un primo tempo di personalità, condito però da pesanti errori nel primo quarto d’ora, ma mollando di schianto il confronto quando la differenza con le avversarie è apparso decisamente ampio.

Troppo forti le tedesche, squadra già rodata e capace di interpretare a proprio piacimento lo spartito di una gara, e ancora acerbe le nostre giocatrici in diversi momenti della gara. I primi dieci minuti sono da incubo e regalano il doppio vantaggio alle avversarie: Magull approfitta di un’incomprensione tra GuagniSalvai in avvio di gara, Dabritz raddoppia con un bolide dalla distanza che trova non perfettamente pronta Giuliani. A questo punto scatta la reazione d’orgoglio dell’Italia che raccoglie concentrazione ed energie per restituire il colpo e trovare il pari con le reti di Bonansea Sabatino prima dell’intervallo. Al rientro dagli spogliatoi è monologo delle tedesche che colpiscono tre volte con Gwinn, Petermann e Maier.

Il risultato per quanto netto non rispecchia appieno lo spirito mostrato dalla squadra di mister Bertolini che ha fatto di tutto per buttare il cuore oltre l’ostacolo, tuttavia saranno necessari dei correttivi sulla manovra difensiva e per migliorare l’efficacia dell’attacco e poter sperare di fare quel percorso positivo che tutti si augurano ai prossimi Mondiali.

Germania (4-2-3-1): Frohms; Rall, Doorsoun, Elsig, Rauch (1′ st Simon); Magull (25′ st Lohmann), Dabritz (1′ st Leupolz); Gwinn (25′ st Maier), Lattwein, Huth (13′ st Petermann); Popp (45′ st Knaak). All. Hrubesch

Italia (4-4-2): Giuliani; Guagni, Gama, Salvai, Bartoli (34′ st Tarenzi); Cernoia (16′ st Alborghetti), Giugliano (16′ st Parisi), Galli, Bonansea; Girelli (34′ st Linari), Sabatino (25′ st Giacinti). All. Bertolini

Salvatore Suriano

Redattore sportivo per passione, amo il calcio e lo seguo sempre con lo stesso interesse. Collaboro con SoccerMagazine dal luglio del 2013.