Milan, il futuro di Cutrone è incerto: interesse di Atletico e Tottenham

Non può che apparire incerto il futuro di Patrick Cutrone alla corte di Gennaro Gattuso. L’arrivo nel mercato di riparazione del pistolero Piatek dal Genoa ha stravolto le gerarchie nell’attacco rossonero, costringendo il Nazionale italiano a sedere in panchina. Complice l’avvio record del bomber polacco, che dal suo arrivo al Milan ha realizzato 7 reti in 7 partite. Mai nessuno prima di lui era riuscito a fare tanto. Risale al 26 gennaio, nella sfida contro il Napoli terminata a reti bianche, l’ultima partita da titolare giocata dal centravanti classe ’98. Da allora ha sempre visto la partita da bordo campo, facendo il suo ingresso solo nelle fasi finali del match. Condizione che non rispecchia affatto il valore di Patrick, entrato nella storia del club rossonero per essere il marcatore più prolifico del Milan in Europa League grazie ai suoi 10 gol.

Milan - Fonte immagine: Maarten Van Damme
Milan – Fonte immagine: Maarten Van Damme

La mancata titolarità ha inesorabilmente reso il talentino della cantera rossonera sempre più infelice, rendendo aperto ogni scenario possibile a partire dalla prossima sessione di mercato. Secondo quanto detto da calciomercato.com, si sarebbero già messe in azione alcuni top club europei, attirati dal potenziale del giocatore che per il suo senso del gol è stato in più occasioni paragonato a Filippo Inzaghi. I nomi più caldi sono quelli di Atletico Madrid e Tottenham, con gli Spurs alla ricerca di un valido sostituto, capace di rimpiazzare Llorente, sempre più vicino all’addio per fare ritorno all’Athletic Bilbao, dove vorrebbe chiudere la propria carriera. Aitanti anche le sirene provenienti dal nostro campionato, in particolare dal Torino. È infatti sempre più forte l’interesse, da parte di Walter Mazzarri, nei confronti dell’attaccante comasco. Per il Toro, Cutrone rappresenterebbe il primo nome della lista dei desideri per quanto riguarda gli inneschi per un attacco al quale farebbe comodo un giocatore dotato fisicamente e forte nel gioco aereo come lui. Nonostante la situazione che ha allontanato il numero 63 dagli undici titolari, non sarà affatto facile portare via Patrick da Milano. Non solo pesano il grande legame che unisce il giocatore al club che l’ha cresciuto dal 2007, ai tempi delle giovanili, ad oggi, ma anche il suo prezzo di cartellino, che ammonta a circa 30 milioni di euro e il contratto, valido fino a giugno 2023, con un ingaggio da un milione e 100mila euro netti a stagione.