26ª giornata Bundesliga: il Bayern strapazza l’Amburgo con un netto 6-0

Nella 26ª giornata di Bundesliga, il Bayern Monaco continua la propria corsa al titolo, strapazzando il malcapitato Amburgo con un netto 6-0 grazie alla tripletta di Lewandowski, la doppietta di Ribery e la rete di Robben. Ora per i bavaresi basteranno solo altre due vittorie per avere la certezza matematica di poter essere la squadra campione di Germania. La squadra di Heynckes ora si trova a 20 punti di distanza dalla seconda in classifica, ovvero lo Schalke 04.

Allianz Arena, stadio del Bayern Monaco - Fonte immagine: Hitrandil, Wikipedia
Allianz Arena, stadio del Bayern Monaco – Fonte immagine: Hitrandil, Wikipedia

La squadra di Gelsenkirchen, nell’anticipo di venerdì sera, va a vincere una partita insidiosa in casa del Mainz con il risultato di 0-1. La rete dell’italo-tedesco Caligiuri al 55′ porta i tre punti alla squadra biancoblu e la conferma del 2° posto attuale. L’obiettivo per gli uomini di Tedesco, è di ritornare in Champions League, dove non ci partecipa da ormai tre anni.

Al 3° posto invece, troviamo il Borussia Dortmund a un solo punto dai rivali del derby della Ruhr. I gialloneri vanno a vincere una partita entusiasmante contro l’Eintracht Francoforte per 3-2. Apre le danze l’autogol del difensore biancorosso Russ al 11′. Gli altri gol invece, si registrano negli ultimi 15 minuti della partita, con la rete di Jovic che porta il risultato sull’1-1 al 75′, Batshuayi riporta la sfida sul 2-1 al 77′, ma nei minuti di recupero si scatena il vero colpo di scena: Blum firma il momentaneo 2-2 al 91′, però il mai domo attaccante belga di Stoger non ci sta e sigla il definitivo 3-2 al 94′, facendo esplodere di gioia il Signal Iduna Park.

Il Bayer Leverkusen invece, va a vincere per 2-0 alla BayArena contro il Borussia Mönchengladbach per 2-0. Le reti dell’argentino Alario e della stellina Brandt, permettono alla squadra delle aspirine di agganciare il 4° posto, che garantirebbe l’accesso alla maggiore competizione europea alla fine dell’anno.

Il Lipsia invece, impegnato negli ottavi di Europa League contro lo Zenit San Pietroburgo, non va oltre lo 0-0 in casa dello Stoccarda e resta al 6° posto. Ora dovrà guardarsi alle spalle, visto che l’Hoffenheim, con un netto 3-0 sul Wolfsburg (con le reti di Schulz, Gnabry e l’autogol di Guilavogui) si trova al 7° posto con solo due punti di distacco.

Le altre partite invece finiscono con il pareggio a reti inviolate tra Hertha Berlino e Friburgo, l’Augsburg che va a vincere 1-3 in casa dell’Hannover ed infine, nel posticipo di lunedì sera, la vittoria casalinga del Werder Brema per 3-1 sul Colonia.