CONMEBOL, Dominguez: “Madrid scelta unanime per la Libertadores”

Il presidente della CONMEBOl, Dominguez, ha dichiarato in conferenza stampa i motivi che hanno portato alla scelta del Bernabeu per la finale di Coppa Libertadores

E’ giunta l’ufficialità. La finale di Coppa Libertadores tra Boca Juniors e River Plate sarà disputata a Madrid, il 9 dicembre alle 20:30, al Santiago Bernabeu.

Stadio Santiago Berbabeu
Stadio Santiago Berbabeu
Dopo i duri scontri tra le rispettive tifoserie e l’assalto da parte dei sostenitori de Los Millonarios contro il pullman che avrebbe portato Tevez e compagni all’interno del Monumental, da dove Pablo Perez e Gonzalo Lamardo sono usciti offesi e trasportati d’urgenza all’ospedale, si era deciso che il match di ritorno sarebbe stato disputato fuori dal territorio argentino. Molte sono state le alternative. Tra tutte, quella mossa dal Comune di Genova, che, facendo forza sul forte gemellaggio che esiste tra la città e i due club, aveva dato la disponibilità di far giocare la gara allo stadio Luigi Ferraris. Opzione a dir poco proibitiva dal piano logistico a causa dell’importanza del match. Successivamente si erano fatti avanti Asunción, nel territorio neutro del Paraguay, Mendoza, Miami e Belo Horizonte. Infine Alejandro Dominguez, presidente della CONMEBOL, ha deciso di optare sullo stadio che ospita le partite casalinghe del Real Madrid, chiarendo poi in conferenza stampa gli indicatori che l’hanno portato alla decisione finale.

 

“L’amministrazione ha deciso che la partita si giocherà, con entrambe le tifoserie, al Santiago Bernabeu di Madrid. Ringrazio chi ha reso possibile tutto ciò, la partita sarà domenica 9 alle 20.30 (ora spagnola, ndr), a porte aperte. La CONMEBOL ha deciso in modo unanime, il mondo aspetta questa partita e vuole un esempio di sportività. E’ un passo in avanti in una questione eccezionale, ci serviva un luogo neutrale. La città di Madrid ha tutti i requisiti necessari. La Spagna è il paese nel mondo con più cittadini argentini e Madrid è la decima città più sicura del pianeta. Il suo aeroporto ha la maggiore connettività con il Sudamerica e la gente ha cultura calcistica. A quelli che parteciperanno alla festa, chiedo di dimostrare al mondo come godersi un evento del genere. A chi ama il calcio chiedo di continuare a lottare insieme, la palla mai si fermerà per colpa di qualche delinquente”