Premier League, 10° turno: Mahrez lancia il City nel monday night

A Wembley (per l’occasione marchiato NFL, visto il recente incontro di football americano giocato nell’impianto inglese) va in scena il monday night che chiude la decima giornata di Premier League, con il Manchester City di Pep Guardiola che supera 1-0 il Tottenham di Mauricio Pochettino grazie alla rete di Riyad Mahrez, agganciando così il Liverpool in vetta alla classifica a quota 26 punti.

Giocatori del Manchester City parlano con l’arbitro [fonte: @cfcunofficial (Chelsea Debs) London, Flickr.com]
NEL SEGNO DI MAHREZ – Come da copione è il Manchester City a prendere in mano le operazioni di gioco fin dalle primissime battute, sfruttando le canoniche debolezze del Tottenham in fase di non possesso. Clamoroso ed emblematico il modo in cui gli Spurs prendono goal al minuto 6: gran rilancio di Ederson, Trippier buca l’intervento di testa, Sterling si invola sulla fascia, salta nuovamente il compagno di nazionale e offre a Mahrez un comodo cioccolatino da scartare per l’1-0. Bellissimo il gesto poi del fantasista marocchino (al quarto goal stagionale in Premier League), che alzando le braccia al cielo dedica il goal al suo ex presidente al Leicester Vichai Srivaddhanaprabha, scomparso sabato in un tragico incidente. Il Tottenham colpito dal vantaggio lampo degli ospiti prova a reagire intorno al quarto d’ora affidandosi al suo bomber Harry Kane, ma il suo potente destro dalla distanza termina alto. Il City dal canto suo continua a manovrare col solito fraseggio stretto, rischiando di raddoppiare a metà primo tempo quando ancora Mahrez con un destro ravvicinato che toccato da Lloris si stampa poi sul palo. Nel finale di frazione è ancora Kane, servito da Lamela, a rendersi pericoloso per gli Spurs, ma l’attaccante inglese sbaglia il controllo favorendo l’uscita bassa di Ederson.

LAMELA ERRORE FATALE – Nella ripresa il canovaccio tattico della gara non cambia, con i Citizens vicinissimi al raddoppio in avvio quando Mahrez trova in area David Silva che sbaglia il controllo e serve Sterling il cui destro viene murato dalla difesa del Tottenham. La formazione di Guardiola controlla il gioco e ci prova poco dopo con Aguero (decisamente in ombra questa sera), il cui sinistro viene bloccato agevolmente da Lloris. Il Tottenham non riesce a rendersi pericoloso al cospetto di un City ben messo in campo e padrone della situazione, che però nel finale si abbassa troppo e rischia di gettare al vento i tre punti quando il neo entrato Dele Alli mette a tu per tu con Ederson l’ex Roma Erik Lamela, ma il sinistro del numero 11 termina incredibilmente alto. Guardiola batte ancora una volta Pochettino e torna così al comando della classifica (seppur in coabitazione con il Liverpool), il Tottenham dal canto suo resta fermo a quota 21 al quinto posto, fermando la sua striscia di quattro vittorie consecutive in Premier League.

 

Francesco Tusi

Francesco Tusi

Amante del calcio, metafora più vera della vita in tutte le sue innumerevoli sfaccettature. Amante del mare, della sua vastità e della sua sconfinata bellezza.