Premier League, 21° turno: Aguero e Sané stendono i Reds, male Sarri

Nel primo turno del 2019 la Premier League si riapre improvvisamente, con i campioni in carica del Manchester City capaci di battere il Liverpool capolista e riportarsi così a soli quattro punti dalla vetta, con i Citizens ora nuovamente in corsa per il titolo.

L’esultanza di Sergio Aguero (fonte: darrenleereid, Flickr.com)

GUARDIOLA BATTE KLOPP, FINALMENTE – Ovviamente è il big-match dell’Etihad a caratterizzare l’attenzione in tutta l’Inghilterra pallonara, con Pep Guardiola che finalmente riesce a battere in uno scontro diretto la sua “nemesi”, la sua “kryptonite” Jurgen Klopp. Partita stupenda quella di Manchester con Mané che in avvio colpisce il palo e con Stones che salva sulla linea di porta dopo il successivo rimpallo. Poi sale in cattedra il sempre decisivo Sergio Aguero, che in chiusura di tempo porta avanti i suoi con un sinistro potentissimo che non lascia scampo ad Alisson, per la sua settima rete su sette gare contro i Reds all’Etihad. Nella ripresa il Liverpool non ci sta e si riversa nella metà campo avversaria con veemenza, trovando intorno all’ora di gioco il meritato pareggio grazie a Firmino, abile nello spingere dentro sull’assist di Robertson. Ma il Manchester City non si perde d’animo e dieci minuti più tardi passa di nuovo con un sinistro chirurgico di Sané lanciato in contropiede, con la sfera che incoccia il palo interno prima di finire in rete. Nel finale Salah sfiora il pareggio (bravo Ederson), mentre il City va vicino al tris (senza successo) prima con il Kun e poi con Bernardo Silva e Sterling. Successo importantissimo nella corsa alla Premier League, con il Liverpool che dunque per la prima volta cade in stagione, mentre i Citizens si rilanciano dopo un finale di dicembre (ben due sconfitte consecutive) poco positivo.

TRIS SPURS, PARI SARRI, POKER ARSENAL, OK IL MAN UTD – Subito dietro le due formazioni di testa resta in scia il Tottenham di Pochettino che dopo lo stop interno contro il Wolverhampton torna al successo in trasferta per 3-0 contro il Cardiff. Di Kane, Eriksen e Son le reti che chiudono la pratica già dopo mezz’ora di gioco. Perde terreno, invece, il Chelsea di Sarri che pareggia 0-0 in casa contro il modesto Southampton. Partita scialba della formazione londinese, con poche emozioni e azioni degne di nota. Dietro i Blues si rifanno così sotto l’Arsenal e il Manchester United, rispettivamente a -3 e -6 dal Chelsea. I ragazzi di Emery (dopo la brutta sconfitta 5-1 sul campo del Liverpool) hanno vita facile e centrano il primo successo del nuovo anno battendo con un perentorio 4-1 il malcapitato Fulham di Ranieri in uno dei numerosi derby di Londra. Di Xhaka, Lacazette, Ramsey e Aubameyang le reti per i Gunners, mentre è di Kamara il goal della consolazione per i bianconeri. Prosegue, invece, il buon momento di forma del Manchester United che dall’avvento di Solskjaer al posto di Mourinho non sbaglia un colpo e trova il quarto successo consecutivo in Premier League. Il 2-0 in casa del Newcastle di Benitez arriva nella ripresa quando Lukaku e Rashford chiudono la sfida in un quarto d’ora, riportando così i Red Devils nei pressi della zona europea della classifica.

BLITZ LEICESTER, PARI SPETTACOLO FRA BOURNEMOUTH E WATFORD – In classifica, subito dopo le “favolose” sei della Premier League, si affaccia il Leicester che grazie ad una rete firmata dal solito Jamie Vardy espugna Goodison Park battendo l’Everton per 1-0. Pirotecnico e palpitante è invece il meraviglioso 3-3 con cui si conclude Bournemouth-Watford, in una girandola di goal ed emozioni incredibili. Succede tutto nei primi quarantacinque minuti di gara con gli ospiti avanti di due grazie a Deeney (doppietta), ripresi però da Aké e Wilson. Poi nuovo vantaggio ospite ad opera di Sema e pari finale di Fraser.

PARI HAMMERS, COLPI ESTERNI PER PALACE E BURNLEY – Bello e vibrante anche il pareggio 2-2 fra West Ham e Brighton con gli ospiti avanti di due in avvio di ripresa grazie ai goal di Stephens e Duffy, arrivati sugli sviluppi di due palle inattive. A salvare Pellegrini e i suoi dalla sconfitta interna ci pensa poi Marko Arnautovic, che con una bella doppietta porta il West Ham alla parità. In coda alla classifica di Premier League importanti successi esterni, infine, per il Crystal Palace sul campo del Wolverhampton (2-0 firmato nei minuti finali da Ayew e Milivojevic) e per il Burnley (2-1 contro il fanalino di coda Huddersfield con il vantaggio di Mooney per i padroni di casa e le reti di Wood e Barnes a ribaltare la situazione).

Francesco Tusi

Francesco Tusi

Amante del calcio, metafora più vera della vita in tutte le sue innumerevoli sfaccettature. Amante del mare, della sua vastità e della sua sconfinata bellezza.