Premier League, 24° turno: pari Reds, tonfo City, Sarri che batosta!

Dopo un week-end di riposo dedicato alla FA Cup, torna la Premier League con il turno infrasettimanale, in una due giorni di calcio in Inghilterra che ha visto faticare e non poco tutte le cosiddette grandi.

N’Golo Kanté in una fase di gioco contro il Man Utd [fonte: @cfcunofficial (Chelsea Debs) London, Flickr.com]
KLOPP OCCASIONE PERSA, PEP TONFO CONTRO BENITEZ – In vetta alla classifica la lotta fra Liverpool e Manchester City si fa sempre più incerta e serrata con i Reds di Klopp incapaci di approfittare nel mercoledì di Premier League del passo falso dei rivali in quel di Newcastle ventiquattro ore prima. I Citizens, infatti, nonostante il vantaggio lampo di Aguero dopo una manciata di secondi si fanno rimontare e perdono 2-1 sotto i colpi dei Magpies con Rondon e Ritchie (su rigore) che permettono a Rafa Benitez di superare il rivale Pep Guardiola. Grossa la chance per il Liverpool, dunque, che però in casa contro il Leicester non riesce ad andare oltre uno striminzito 1-1 (Mané in apertura, poi pari di Maguire nel recupero del primo tempo) che porta così la squadra di Klopp a +5 sui campioni in carica.

OK TOTTENHAM E ARSENAL, SARRI NE PRENDE 4 – Dietro la coppia di testa resta il terzetto di squadre londinesi, con Tottenham (-2 dal City) e Arsenal che vincono col medesimo risultato (2-1) e il Chelsea che prende una sonora batosta contro il Bournemouth (4-0). Gli Spurs di Pochettino tornano al successo dopo una settimana complicata (fuori dalla Coppa di Lega e dalla FA Cup in quattro giorni), rimontando in casa col Watford l’iniziale svantaggio firmato Cathcart con le reti nel finale di Son e Llorente. L’Arsenal invece supera il Cardiff grazie ai soliti Aubameyang (penalty) e Lacazette, con Mendez-Laing ad addolcire la pillola nel finale per gli ospiti. Ma il risultato più sorprendente e fragoroso è il 4-0 con cui il Chelsea di Sarri esce sconfitto nella serata di mercoledì dal Vitality Stadium di Bournemouth. Esordio amaro in Premier League per Gonzalo Higuain (fortemente voluto dal tecnico italiano) visto che a farla da padrone sono i ragazzi di Howe in goal nella ripresa con King (due volte), Brooks e Daniels. Un tonfo enorme quello dei Blues, ora a pari punti con l’Arsenal in classifica.

PARI MAN UTD, TRIS WOLVES, VINCE L’EVERTON – Si interrompe a sette la magica striscia vincente in Premier League del Manchester United di Solskjaer, costretto al pari in rimonta 2-2 contro il Burnley. Ospiti avanti di due con Barnes e Wood, poi Pogba dal dischetto e Lindelof in pieno recupero permettono al manager norvegese di non perdere almeno la propria imbattibilità. Continua la favola del Wolverhamtpon, vera rivelazione di questa Premier League, che regola con un sonoro 3-0 il West Ham e consolida il proprio settimo posto in classifica. Di Saiss e Jimenez (doppietta) le reti per la formazione di Nuno Espirito Santo. Importante successo esterno, invece, per l’Everton che torna alla vittoria battendo 1-0 il fanalino di coda Huddersfield grazie alla rete del solito Richarlison.

PARI SAINTS, GIOIA RANIERI – Chiudiamo la nostra carrellata con il pareggio 1-1 fra Southampton e Crystal Palace (Zaha per gli ospiti, poi Ward-Prowse per i Saints), ma soprattutto con la bella vittoria in rimonta 4-2 per il Fulham di Claudio Ranieri contro il Brighton. Ospiti avanti con la doppietta di Murray nel primo tempo, poi nella ripresa accorcia Chambers e si scatena Mitrovic (due reti) per il sorpasso, con Vietto che mette la ciliegina sulla torta a dieci dalla fine.

Francesco Tusi

Francesco Tusi

Amante del calcio, metafora più vera della vita in tutte le sue innumerevoli sfaccettature. Amante del mare, della sua vastità e della sua sconfinata bellezza.