Premier League, 29° turno: Higuain e Jorginho rilanciano Sarri

Ventinovesima importantissima giornata di Premier League, con il Manchester City di Pep Guardiola che dopo una lunga rincorsa riesce finalmente a tornare in vetta alla classifica scavalcando il Liverpool di Klopp, fermato nel derby della Merseyside con l’Everton.

David Silva e Otamendi (fonte: Brad Tutterow, wikimedia.org)

CITY BASTA MAHREZ, REDS IN BIANCO NEL DERBY – La formazione campione in carica dà il primo scossone al week-end di Premier League sbancando di sabato il campo del Bournemouth per 1-0 grazie ad un goal firmato da Riyad Mahrez, rete che basta e avanza agli uomini di Guardiola per tornare in vetta e mettere pressione al Liverpool impegnato la domenica nel derby con l’Everton. E a conferma del recente periodo no dei Reds (solo due vittorie nel mese di febbraio) arriva il secondo pareggio esterno consecutivo per 0-0, in una sfida che ha visto Salah divorarsi una clamorosa chance a tu per tu con Pickford nell’unica vera occasione per gli ospiti. Di contro l’Everton sfiora il colpaccio con Calvert-Lewin, ben fermato da un attento Alisson. Liverpool che così scivola a -1 dal Manchester City in una corsa alla Premier League che si fa dunque sempre più bella, intensa e avvincente.

PALPITANTE DERBY DI LONDRA, TRIS MAN UTD, I PRETORIANI SALVANO SARRI – Il sabato di Premier League si è però aperto con un altro sentito derby e importante ai fini della classifica, ovvero quello del nord di Londra fra Tottenham e Arsenal terminato 1-1 in una girandola di forti emozioni fino all’ultimo respiro. Un derby quello di Wembley aperto dal goal dei Gunners firmato dall’ormai prossimo giocatore della Juventus Aaron Ramsey, proseguito prima con un Leno in versione “Superman” nel fermare Eriksen e Sissoko, poi con il pareggio dal dischetto del solito Harry Kane e infine deciso dall’errore di Aubameyang dagli undici metri proprio al novantesimo, con Lloris bravo nell’ipnotizzare l’attaccante del Gabon, permettendo ai suoi di mantenere il pareggio (primo stagionale in Premier League per gli Spurs) e il terzo posto. Posizione che oggi viene fortemente insidiata dal Manchester United di Solskjaer che pur soffrendo riesce ad imporsi per 3-2 in casa col Southampton in una gara vibrante e spettacolare fino al fischio finale. Ospiti avanti con Valery nel primo tempo, rimonta United nella ripresa con un uno-due micidiale firmato da Pereira e Lukaku, pareggio ospite di Ward-Prowse a dieci dalla fine, poi in piena zona Cesarini è ancora Romelu Lukaku a regalare ai Red Devils tre punti fondamentali nella corsa Champions League, con Pogba che nel recupero sbaglia anche il rigore del possibile poker. Resta in scia e accorcia sull’Arsenal (ora distante due punti) anche il Chelsea di Maurizio Sarri che dopo le polemiche di una settimana fa in Coppa di Lega per la querelle Kepa centra la seconda vittoria consecutiva (dopo quella del turno infrasettimanale) sbancando 2-1 il campo del Fulham in un altro dei tanti derby di Londra. A regalare tre punti che danno respiro a Sarri ci pensano due dei pretoriani del tecnico italiano, ovvero Gonzalo Higuain e Jorginho autori dei due goal dei Blues, intervallati dal momentaneo pareggio di Chambers.

OK WOLVES, WATFORD E WEST HAM –  Dietro le “magnifiche sei” il terzetto di formazioni “normali” è composto da Wolverhampton e Watford appaiate a pari punti a quota 43 e dal West Ham nono a quota 39. La squadra di Nuno Espirito Santo batte con un comodo 2-0 il Cardiff, chiudendo la pratica già dopo una ventina di minuti con l’uno-due firmato da Jota e Jimenez. Tre punti anche per il Watford che supera 2-1 in pieno recupero il Leicester del neo manager Brendan Rodgers, con Deeney che apre le danze, Vardy che pareggia ad un quarto d’ora dal termine e Gray che regala al 92° la rete della vittoria ai padroni di casa. Successo interno anche per il West Ham di Pellegrini che con un netto 2-0 supera il Newcastle di Benitez con i goal di Rice e Noble dal dischetto.

COLPO PALACE, BRIGHTON DI MISURA – In coda importante successo esterno del Crystal Palace di Hodgson per 3-1 sul campo del Burnley (Batshuayi e Zaha sugli scudi), mentre il Brighton supera di misura 1-0 il fanalino di coda Huddersfield grazie ad Andone.

 

Francesco Tusi

Francesco Tusi

Amante del calcio, metafora più vera della vita in tutte le sue innumerevoli sfaccettature. Amante del mare, della sua vastità e della sua sconfinata bellezza.