Premier League, 8° turno: Reds, City e Chelsea in vetta, sale l’Arsenal

Goal, spettacolo, emozioni, rimonte da cardiopalma e importanti spunti di classifica nell’ottava giornata di Premier League, in una tre giorni di gare davvero interessante e gustosa sotto diversi punti di vista.

Eden Hazard (fonte: Aleksandr Osipov, Flickr.com)

TERZETTO IN VETTA – Il tanto atteso big-match domenicale dell’ottavo turno di Premier League fra Liverpool e Manchester City termina in parità 0-0, con le due compagini appaiate in classifica a 20 punti e con il Chelsea che approfitta del risultato per affiancare Reds e Citizens grazie al 3-0 di Southampton. La gara fra gli uomini di Klopp e Guardiola regala, però, poche emozioni rispetto alle attese della vigilia con i portieri Alisson e Ederson poco impegnati nel corso dei novanta minuti di gioco e la contesa che piano piano con i minuti che passavano ha preso sempre più i contorni di una partita a scacchi fra i due allenatori. Un Liverpool stanco e provato dopo le fatiche europee che passa comunque indenne il doppio confronto con Chelsea e Man City (due pareggi), anche grazie al decisivo errore nel finale di Mahrez che manda alle stelle il penalty della possibile vittoria dei suoi. A beneficiare di questo risultato, come detto in precedenza, è così il Chelsea di Sarri che trascinato dal solito immenso Eden Hazard espugna il campo del Southampton e torna in vetta con le due rivali. Dell’asso belga nel primo tempo, di Barkley nella ripresa e nel recupero di Morata le reti dei Blues che tornano così al successo dopo due pareggi consecutivi.

LONDRA BRILLA, MOURINHO NON MOLLA – Dietro il terzetto di testa continua il cammino speculare di Tottenham e Arsenal, entrambe ora a quota 18 grazie ai successi in casa contro il Cardiff e in trasferta sul Fulham. Gli Spurs di Pochettino, dopo l’ennesima sconfitta in Champions League con il Barcellona, si rituffano nell’atmosfera della Premier League e vincono col minimo sforzo 1-0 grazie alla rete firmata in apertura di gara da Eric Dier. I Gunners, invece, espugnano Craven Cottage in uno dei numerosi derby londinesi con un sonoro 5-1, centrando il sesto successo consecutivo in campionato. Una partita stupenda quella dei ragazzi di Emery, passati in vantaggio con Lacazette, ma ripresi da Schurrle a fine primo tempo. Nella ripresa ancora in rete Lacazette, poi tris di Ramsey di tacco (a conclusione di una meravigliosa e travolgente azione volante piena di tocchi di fino e giocate di qualità) e doppietta per Aubameyang. Successo interno, invece, per il Manchester United di José Mourinho che supera in rimonta 3-2 il Newcastle di Benitez in una gara piena di emozione e pathos. Ospiti avanti di due dopo soli tredici minuti con i goal di Kenedy e Muto, Mourinho toglie così un difensore (Bailly) e inserisce Mata al ventesimo di gioco e proprio lo spagnolo nella ripresa dà il via alla rimonta con una punizione telecomandata che dimezza lo svantaggio. Il pari è ad opera di Martial dopo uno scambio delizioso con Pogba, poi è Sanchez di testa al novantesimo a far esplodere di gioia tutto l’Old Trafford, con Mourinho (polemico e indomabile nel post-gara) osannato dai suoi tifosi.

SORPRESE BOURNEMOUTH  E WOLVES – In questo avvio di Premier League le due sorprese più belle sono sicuramente il Bournemouth e il Wolverhampton, che occupano rispettivamente il sesto e il settimo posto in classifica ed entrambe vittoriose in trasferta per 4-0 contro il Watford e per 1-0 con il Crystal Palace. Gli uomini di Howe hanno dominato in lungo e in largo a Vicarage Road chiudendo di fatto il match già nel primo tempo con Brooks e la doppietta di King (un goal su rigore), facendo poi poker nella ripresa con Wilson. Più sofferto, invece, il successo dei Wolves che grazie ad una rete di Doherty hanno battuto la formazione di Hodgson.

COLPO EVERTON, MALE IL WEST HAM, PARI BURNLEY – Importante successo esterno anche per l’Everton capace di vincere 2-1 in casa del Leicester. Ospiti avanti con la stellina Richarlison, poi pareggio di Ricardo Pereira, ma nella ripresa il rosso a Morgan e la rete di Sigurdsson regalano tre punti importanti ai Toffees. Finisce invece in parità 1-1 l’anticipo del venerdì fra Burnley e Huddersfield con i padroni di casa avanti grazie a Vokes nel primo tempo, ripresi però da Schindler a mezz’ora dal termine. Chiudiamo infine con il successo 1-0 del Brighton contro il West Ham di Pellegrini con Murray che regala ai suoi il secondo successo stagionale in Premier League.

Francesco Tusi

Francesco Tusi

Amante del calcio, metafora più vera della vita in tutte le sue innumerevoli sfaccettature. Amante del mare, della sua vastità e della sua sconfinata bellezza.