Champions League: imprese di Young Boys e Stella Rossa, ok PSV e Ajax

Serate di playoff di Champions League, quella di ieri ha visto qualificarsi per la fase a gironi l’Ajax (che entra in terza fascia), l’Aek Atene e lo Young Boys, dopo l’impresa in rimonta contro la Dinamo Zagabria; nella giornata di oggi agili vittorie per PSV e Benfica, mentre la Stella Rossa ribalta il risultato del primo tempo e si qualifica ai gironi dopo una partita dai due volti.

Telone della Champions League - Fonte immagine: Soccermagazine
Telone della Champions League – Fonte immagine: Soccermagazine

Dinamo Kiev-Ajax 0-0. Gli olandesi scendono in campo all’Olimpico di Kiev forti del 3-1 dell’andata. La prima e unica occasione per i padroni di casa arriva dopo cinque minuti, ma è bravo Onana a salvare il risultato; da qui in poi una sola squadra in campo ed è quella guidata da Erik ten Hag: nel primo tempo Tadic colpisce il palo dal dischetto, nella ripresa è ancora un legno, stavolta colpito da Ziyech, e l’ottima prestazione di Boyko a negare la vittoria all’Ajax, che però accede alla fase finale della competizione.

Aek Atene-Vidi 1-1. Novanta minuti dividono la squadra ellenica dal ritorno in Champions League dopo l’incubo della retrocessione del 2013. Prima frazione di gara dominata dai greci, che trovano il vantaggio solo nella ripresa quando Mantalos trasforma dagli undici metri; non ci sta il Vidi, infatti bisogna aspettare solo nove minuti e Nego riporta la situazione in parità con un tocco sotto a scavalcare il portiere. Ultimi dieci minuti in apnea per i padroni di casa, che rimangono in 10 per l’espulsione ai danni di Lopes ma riescono comunque a mantenere il pareggio qualificazione.

Dinamo Zagabria-Young Boys 1-2. Girandola di emozioni al Maksimir di Zagabria; subito in vantaggio i croati con Hajrovic, gran conclusione mancina a fil di palo che batte von Ballmoos. Nel secondo tempo Hoarau si prende i suoi sulle spalle e li conduce alla prima storica qualificazione ai gironi di Champions: prima realizza un rigore conquistato grazie ad una grande azione di Moumi, poi è bravo a sfruttare una torre da calcio d’angolo e insacca da pochi metri. C’è ancora tempo per una traversa del solito Hajrovic, ma è l’ultima emozione del match.

Salisburgo-Stella Rossa 2-2. Qualificazione in bilico alla Red Bull Arena dopo lo 0-0 dell’andata. Primo tempo povero di emozioni, ma allo scadere arriva il vantaggio della squadra di casa con Dabbur che di piattone spinge in rete un cross proveniente dalla sinistra; lo stesso Israeliano firma la doppietta personale su calcio di rigore dopo tre minuti dall’inizio della ripresa. Il passaggio del turno sembra ormai a un passo per gli austriaci, ma bastano un paio di minuti e il discorso viene ribaltato dalla doppietta di Ben che al 65’ accorcia, e dopo un minuto mette a segno la doppietta con un gran colpo di testa che va a morire sotto l’incrocio dei pali. Uno, due che mette in ginocchio i ragazzi di Rose, incapaci di reagire, e fa volare la Stella Rossa ai gironi.

Paok Fc-Benfica 1-4. Primo tempo scoppiettante al Toumba Stadium, Paok subito in vantaggio con uno schema da punizione finalizzato da Prijovic; l’illusione dura sette minuti, poi si scatenano i portoghesi: Jardel incorna da calcio d’angolo e firma il pareggio, poi è Eduardo Salvio a portare in vantaggio il Benfica dagli 11 metri e infine Pizzi chiude la frazione firmando l’1 a 3 con un bel destro da dentro l’area. La musica non cambia dopo la pausa, Salvio trasforma il secondo rigore di giornata, mentre Prijovic sfiora la doppietta che gli viene negata solo dal palo; sonora sconfitta per i greci che devono abbandonare l’Europa che conta.

PSV-BATE Borisov 3-0. Gli olandesi partono forte con Lozano che colpisce la traversa al 5’, e trovano il vantaggio dieci minuti dopo con Bergwijn su assist di De Jong; è lo stesso numero 9 a firmare il raddoppio con un colpo di testa ravvicinato che infila Shcherbitski. Al 62’ Lozano parte dalla trequarti, si libera del marcatore, entra in area e chiude la partita con un destro secco.

Domani alle ore 18 a Nyon i sorteggi che andranno a formare gli otto gironi di Champions League. Si comincia martedì 18 settembre con Juve, Napoli, Roma e Inter rappresentanti italiane; gli uomini di Allegri sono in prima fascia, situazione diametralmente opposta per i nerazzurri costretti alla quarta, mentre le due grandi del centro sud si godranno il sorteggio forti della loro seconda fascia.