Champions League: l’Italia cala il Poker, impresa CSKA

Due giorni di Champions da incorniciare per le italiane: Dzeko e Dybala trascinano Roma e Juventus con due triplette, il Napoli vince al 90’ contro il Liverpool grazie all’ennesimo gol stagionale di Insigne e l’Inter conquista la seconda vittoria in rimonta in casa del PSV. Impresa di giornata targata CSKA Mosca che batte 1 a 0 il Real Madrid.

Il logo Champions League. Fonte: George M. Groutas (flickr.com)
Il logo Champions League. Fonte: George M. Groutas (flickr.com)

Gruppo A. Nel match tra Atletico e Brugge apre le marcature Griezmann al 28′ con un bel piattone da posizione ravvicinata ma undici minuti dopo Danjuma pareggia i conti con una gran conclusione dalla distanza; a metà ripresa è ancora le petit diable a portare in vantaggio i Colchoneros su servizio di Diego Costa, infine Koke chiude i conti nei minuti di recupero. Risponde presente il Borussia Dortmund: tra i gialloneri e il Monaco succede tutto nel secondo tempo con le reti messe a segno da Larsen, Reus e Paco Alcacer; lo stesso numero 9 spagnolo tira sulla traversa un rigore conquistato da Reus quando il punteggio era sull’1 a 0. Classifica: Borussia Dortmund 6; Atletico Madrid 6; Monaco 0; Club Brugge 0.

Gruppo B. Ancora una vittoria in rimonta per gli uomini di Spalletti, al gran gol del vantaggio di Pedro Rosario al 27′ risponde Nainggolan con un botta di altrettanta potenza a pochi secondi dallo scadere del primo tempo; in apertura di ripresa il palo colpito da Pereiro salva l’Inter che risponde ribaltando il risultato con una marcatura da vero numero 9 di Icardi, ma i 3 punti vengono salvati da un riflesso prodigioso di Handanovic su un’incredibile girata di Malen. Pioggia di gol a Wembley, dove il Barcellona termina in vantaggio i primi 45 minuti di gioco grazie ai gol prima di Coutinho, poi di Rakitic; ad inizio secondo tempo si rifà sotto il Tottenham con Kane, e quando il gioco si fa duro entra in scena Leo Messi che chiude la partita due volte: prima al 56′ riportando i suoi in vantaggio di due lunghezze, poi al 90′ quando risponde al gol del momentaneo 2-3 del Coco Lamela. Classifica: Barcellona 6; Internazionale 6; PSV 0; Tottenham 0.

Gruppo C. Il Napoli batte il Liverpool allo scadere e si porta in testa al suo girone grazie al gol da rapinatore d’area del solito Insigne. Il PSG passeggia in casa contro lo Stella Rossa con tripletta di Neymar, a cui si aggiungono le reti di Cavani, Di Maria e Mbappè; per i biancorossi di Belgrado il gol della bandiera è siglato dall’ex viola Marin. Classifica: Napoli 4; Liverpool 3; PSG 3; Stella Rossa 1.

Gruppo D. Porto e Schalke portano a casa 3 punti con due colpi di testa da calcio d’angolo: contro il Galatasaray il gol vittoria è messo a segno da Moussa al 49′ fa esplodere il do Dragao, mentre i tedeschi battono a Mosca il Lokomotiv in zona Cesarini grazie all’inzuccata di McKennie. Classifica: Porto 4; Schalke 4; Galatasaray 3; Lokomotiv Mosca 0.

Gruppo E. Partita pazza tra Aek Atene e Benfica: durante il primo tempo gli ospiti si portano sul doppio vantaggio con i gol di Seferovic e Grimaldo, a cui rispondono nella ripresa i padroni di casa con una doppietta di  Klonaridis; al 74’ è Alfa Semedo a decidere il match con una gran conclusione di destro a fil di palo. L’ajax torna grande per una sera e va a prendersi un punto d’oro all’Allianz Stadium grazie a Mazraoui che risponde al fulmineo vantaggio di Hummels. Classifica: Ajax 4; Bayern Monaco 4; Benfica 3; AEK 0.

Gruppo F. Il Lione dopo l’impresa di due settimane fa sul campo del Manchester City conquista con le unghie e con i denti un pareggio che sembrava insperato dopo la doppietta con cui Junior Moraes porta in vantaggio lo Shakhar; i francesi rispondono nel giro di tre minuti, dal 70’ al 72’, prima con Dembélé poi con Dubois e vengono salvati al 90’ dalla traversa colpita da Kayode. Per il City si mette subito male sul campo dell’Hoffenheim: non passa nemmeno un minuto e Belfodil infila Ederson; la rimonta per la squadra di Guardiola è aperta da Aguero che pareggia i conti dopo sette minuti, e conclusa da David Silva all’87’. Classifica: Lione 4; Manchester City 3; Shakhtar Donetsk 2; Hoffenheim 1.

Gruppo G. Nikola Vlasic firma l’impresa di giornata per il CSKA che a Mosca batte il Real Madrid campione d’Europa; le merengues possono recriminare per tre legni colpiti rispettivamente da Casemiro, Benzema e Mariano Diaz. All’Olimpico Dzeko firma una tripletta contro la preda preferita Viktoria Plzen e porta a casa il pallone; alla sua festa si aggiungono anche Under e Kluivert, il più giovane marcatore in Champions per la società giallorossa. Classifica: CSKA 4; Roma 3; Real Madrid 3; Plzen 1.

Gruppo H. Lo United impatta prima contro il traffico poi con il Valencia non andando oltre lo 0-0, e ingarbugliando ancor di più la già non facile situazione di Josè Mourinho. Festa grande invece per Dybala che batte da solo lo Young Boys e come il collega Dzeko porta a casa il pallone a stelle della Champions. Classifica: Juventus 6; Manchester United 4; Valencia 1; Young Boys 0.