Un Napoli da sogno Champions. Allan migliore dei partenopei

Con un goal al 90’ il Napoli batte il Liverpool al San Paolo e dimentica i dubbi di Bealgrado e di Torino. Gli inglesi non sono ancora al cento per cento e neanche la loro stella Salah.

Napoli - Foto di Danilo Rossetti
Napoli – Foto di Danilo Rossetti

Scarse ripartenze e poco incisive per insidiare la difesa del Napoli a causa dei troppi errori nei passaggi e dell’ottima prestazione di Koulibaly e compagni. Mister Ancelotti prepara una partita perfetta con pressing alto, recupero immediato del pallone e ripartenze veloci che mettono in difficoltà la squadra di klopp per quasi 90 minuti. Gli azzurri, spinti dall’urlo del San Paolo, passano dal 4-4-2 in fase difensiva al 3-4-2-1 in fase offensiva. Un Napoli camaleontico, insomma, che attacca per tutta la partita e trova una traversa con Mertens, subentrato a Milik, pochi minuti prima del tap-in vincente di Lorenzo Insigne. Il vero eroe della serata, però, è stato il brasiliano Allan. Il centrocampista è ovunque e non lascia campo a nessun avversario. Mané, Salah e Firmino fanno fatica a tenere il pallone sul pressing estenuante dell’azzurro. Ora il Napoli è primo nel girone a quattro punti. Sarà fondamentale la prossima doppia sfida con il Paris Saint-Germain. Ma con un allenatore del livello di Carlo Ancelotti il sogno ottavi non è più cosi irraggiungibile.