UCL, Lione-Juventus 0-1, le pagelle dei francesi: disastro Lacazette

La Juventus c’è, anche se con qualche fatica.

Il logo Champions League. Fonte: George M. Groutas (flickr.com)
Il logo Champions League. Fonte: George M. Groutas (flickr.com)

Primo tempo nullo, con padroni di casa più aggressivi e il rigore sfumato da Lacazette. Nel secondo tempo ci pensa ancora Buffon, con altri due miracoli, con l’aggiunta di Cuadrado che subentra e sigla il gol-vittoria.

Lopes 5,5 – C’è e si fa sentire con qualche parata, anche se sul gol-lampo di Cuadrado non può nulla.

N’Koulou 5 – Fisicamente contrasta più volte gli attacchi bianconeri, ma non è preciso in altri contatti, come per esempio su Higuain, con delle imprecisioni ben note.

Diakhaby 5 – Oltre all’ammonizione, non compie nulla di così sufficiente. Qualche pallone preso, ma senza un senso, senza sacrificio e buone giocate. Prestazione mediocre.

Yanga-Mbiwa 5 – Tanti falli commessi anche da lui. Questa sera il Lione è stato aggressivo, quindi ci sta, ma per il resto la lotta con gli esterni bianconeri non è stata eccellente. Palloni persi e recuperati, di qua e di là. (82′, Ghezzal s.v.)

Rafael 5,5 – Lo scontro sulla fascia con Sandro lo rende uno dei giocatori più partecipe del match. Tanta grinta, con qualche gesto discreto compiuto. Per quanto riguarda la parte difensiva, non è stato corretto sempre.

Darder 5 – Non una partita pulita: falli commessi e ammonizione. Zona offensiva poco curata. Sostituito presto nella ripresa. Non ha convinto neanche all’allenatore. (64′, Ferri 5,5)

Gonalons 5,5 – Contrasti ben vinti, con tanta resistenza. Corsa si, ma a volte senza un perchè. Giocate concrete poche, meglio nella zona difensiva.

Tolisso 5,5 – Bene ma non benissimo. Perde qualche pallone, gestito con poca cura. Per la parte offensiva c’è e aiuta spesso con diversi palloni giocati nel mezzo.

Morel 5 – Sulla fascia contro Daniel Alves ha provato a contrastarlo e fermarlo, ma l’ex Braca è stato più convincente con qualche guizzo in più a favore.

Fekir 5,5 – In avanti è quello più in evidenza: vari palloni giocati, con cura e tentazione del gol. Tradito dalla pessima prestazione del compagno.

Lacazette 4,5 – Torna dall’infortunio ma non in maniera convincente: rigore errato, ammonizione e nervosismo in campo, con nulla di buono in avanti. Serata no. (72′, Cornet s.v.)

 

Flavio Ponissi

Flavio Ponissi

Sicignano Degli Alburni-Salerno. Aspirante giornalista sportivo. Amante del calcio, quello vero.