Europa League: Eintracht infermabile, successo a San Siro e quarti

L’Eintracht Frankfurt è senza dubbio una delle squadre più in forma di quest’edizione dell’Europa League e favorita alla conquista di un posto per la finale del 29 maggio a Baku, in Azerbaijan. Pare inarrestabile La Diva dal Meno, che durante la sua avventura in Coppa Uefa non ha ancora conosciuto sconfitta, dominando prepotentemente il gironcino con il suo filotto di 6 successi consecutivi e battendo prima gli ucraini dello Shakhtar Donetsk ai sedicesimi, poi l’Inter agli ottavi. Solo il campo dirà se la Dea bendata è stata clemente con i ragazzi di Adolf Hütter, accoppiati con il Benfica per gli imminenti quarti di finale. Una sfida combattuta tra i cieli d’Europa, che decreterà chi sarà degno di accedere alle semifinali tra le Aquile di Francoforte e quelle guidate da Bruno Lage. Imperiose le dichiarazioni del vice tecnico Peintinger, che dopo la vittoria contro l’Inter ha affermato: «Siamo orgogliosi di essere l’unica tedesca in Europa. Siamo qui per giocarcela con tutti».

Europa League - Fonte: Mark Wilson - wikipedia.org
Europa League – Fonte: Mark Wilson – wikipedia.org

Questo suo forte dominio nel panorama europeo non è casuale, ma frutto del progetto mosso dal presidente Peter Fischer, che ha garantito l’arrivo di giocatori giovani e d’esperienza tra cui il difensore austriaco Martin Hinteregger e il centrocampista classe ’92 Filip Kostić. Senza dimenticare che la salvaguardia della porta è stata affidata nelle mani di Kevin Trapp: estremo difensore dotato di un’ottima tecnica e capace di giocare bene anche con i piedi e di essere un undicesimo di movimento aggiunto in campo. Importante è poi l’andamento in Bundesliga: dopo due anni in cui la squadra ha conquistato solo un undicesimo e un ottavo posto, l’Eintracht viaggia a vele spiegate, mantenendo in solitaria la quinta posizione in graduatoria con 43 punti a tre lunghezze dal Lipsia terzo grazie ai tre successi e due pareggi ottenuti nelle ultime cinque di campionato.