Inter-Eintracht 0-1, pagelle nerazzurre: Handanovic il migliore, De Vrij paga

L’Inter abbandona l’Europa League perdendo 1-0 contro l’Eintracht per un errore di De Vrij.

Handanovic all'Inter - Fonte immagine: Илья Хохлов - Football.ua, Wikipedia
Handanovic – Fonte immagine: Илья Хохлов – Football.ua, Wikipedia

È un momento difficile, e la squadra non è al meglio. 

Handanovic 7: potrà sembrare eccessivo ma la partita la tiene viva lui con almeno quattro parate di grande livello, oggi è ancora più in forma del solito. 

Cedric 5,5: sotto la sufficienza  il terzino che non impressiona anche se non commette errori, è una partita in cui si vede poco e nel complesso non impressiona. (62’ Ranocchia 6) 

De Vrij 5: l’errore al 5’, assolutamente non da lui, pregiudica tutto il resto del match ed è un peccato perché il resto della partita è fatto di buoni interventi e pochi errori. 

Skriniar 6,5: uno dei pochi in partita per 90’, non un errore e tanta grinta, il difensore è un riferimento anche quando spostato a centrocampo. 

D’Ambrosio 5,5: fatica il terzino che nonostante l’impegno non è al meglio e sulla fascia ha avversari difficili da superare non una grande prestazione. 

Vecino 5: non è un buon momento per l’uruguaiano dell’Inter che non si vede e non aiuta, anche lui fisicamente soffre e nel complesso delude. 

B. Valero 6: sufficienza per l’impegno e poco altro, si vede più del compagno ma la sufficienza la strappa per poco. (73’ Esposito 6)

Candreva 5,5: ce la mette tutta, va detto, però non basta perché il suo tutto non solo non è sufficiente ma è anche sbagliato a volte, con cross rivedibili e palloni persi. 

Politano 6,5: esce stremato come al solito, corre avanti e indietro sulla fascia, prova a rendersi pericoloso in avanti, tiene viva la partita pochi minuti prima di uscire con un salvataggio al seguito di una grande chiusura difensiva.  (80’ Merola sv) 

Perisic 5: il croato non c’è, non si vede e non aiuta, è sempre in ritardo e poco preciso, non ha idee e fatica a trovare spazi e posizioni, deve assolutamente cambiare rotta. 

Keita 5,5: torna dopo un lunghissimo infortunio, non si vede quasi mai anche perché poco cercato, prova a fare il suo ma si perde, speriamo almeno abbia messo minuti importanti nelle gambe. 

Spalletti 6: cerca di fare tutto ciò che può, gli uomini dell’Inter sono contatissimi e i ruoli anche, forse avrebbe potuto rischiare prima qualche giovane ma nel complesso oggi poteva fare poco di più.