Sparta Praga-Inter 3-1, le pagelle nerazzurre: la difesa è un colabrodo, Palacio una costante

Arriva la seconda, pesante, sconfitta per l’Inter che perde 3-1 contro lo Sparta Praga e si accinge a salutare l’Europa.

Fonte: inter.it
Fonte: inter.it

Unico a salvarsi, Palacio, autore del gol.

Handanovic 6: sui gol non ha colpe, per il rest offre anche qualche buon intervento.

D’Ambrosio 4: sui gol ha parecchie colpe, oggi assolutamente sotto la sufficienza, dietro disattento, davanti impalpabile. Nel complesso offer 50’ di sola negatività.  (56’ Ansaldi 6,5)

Ranocchia 4: partita disastrosa per il difensore italiano, con tanto di espulsione nell’ultimo quarto d’ora. Sui gol ha grosse colpe, spesso fuori posizione, tanta disattenzione e il risultato non può che essere deludente.

Murillo 5: anche lui non brilla, meno errori clamorosi ma la sufficienza è un miraggio, un solo grande salvataggio non basta, fatica a rapportarsi con Ranocchia e soffre la velocità, anche lui non brilla.

Miangue 5: il giovane terzino si allinea con i compagni di reparto e non brilla, e sul terzo gol non offre una marcatura attenta.

Gnoukuri 5,5: il giovane centrocampista appare distratto oggi, non regge bene la pressione degli avversari e spesso perde palla, la sufficienza non arriva. (70’ Icardi 6)

Melo 4,5: nel primo tempo si notano gli errori, nel secondo sparisce del tutto e di lui non si hanno più notizie, troppa foga e poca testa, nessun recupero utile, nessuna giocata, anche lui è insufficiente.

Candreva 6: uno dei pochi sufficienti della serata. Quando ha la palla cerca sempre di offrirla in area di rigore, anche se purtroppo predica a vuoto, prova ad offrire movimento e idee, esce in previsione di domenica.  (63’ Perisic 6)

Banega 5,5: fatica per tutta la partita, qualche idea c’è ma è lontano partente del Banega visto in campionato, i compagni sono diverse e ne risente ma ci mette anche del suo facendo qualche errore di troppo, insufficiente anche lui.

Eder 5: l’italiano si vede poco, ancora meno che in campionato, e così non riesce a rendersi mai pericoloso ne utile, altra nota negativa.

Palacio 6,5: il migliore. Anche oggi lotta e gioca per tutti e il gol arriva. In campo è il più anziano ma gli altri dieci dovrebbero prendere esempio da lui, sempre presente.

De Boer 5: oggi ha sbagliato su tutta la linea, per la seconda volta in Europa non offre né una formazione adatta, né lo spirito che serve, come se sottovalutasse troppo il match, ormai l’uscita è vicina, e anche lui ha da riflettere.