Fiorentina-Mönchengladbach 2-4, pagelle viola: black-out di un tempo e finisce…la stagione

Il viaggio europeo della Fiorentina si conclude al “Franchi” con una partita pazza nella metà della quale, la squadra di Sousa, era ampiamente qualificata e alla fine della quale ha realizzato il disastro.

Fonte: Federico Berni

Stagione finita. Paulo Sousa a rischio esonero (Pantaleo Corvino e Andrea Della Valle nel post partita hanno detto che a mente fredda penseranno al futuro e a come ripartire). Rischio smobilitazione generale già a febbraio di tutta la squadra.

PAGELLE FIORENTINA

TATARUSANU 5: il rigore non è da considerare. Il secondo e il quarto gol sono anche colpa del suo immobilismo fra i pali.

CARLOS SANCHEZ 5: se fosse stato un difensore vero sarebbe stato 4 il voto. Ma è un ruolo non suo, “esploso” alla grande contro la Juventus e poi andato sempre più a calare. Stasera è stato quasi irritante ma sicuramente incapace.

GONZALO RODRIGUEZ 5: ha sbagliato quasi tutto. Forse gioca con meno concentrazione.

ASTORI 5: forse il peggiore in campo. Due gol su quattro subiti dalla Fiorentina stasera, sono sue colpe. Poi ci sono pause di gioco e rilanci sbagliati. Chiede scusa ai tifosi uscendo a fine partita ma serve a poco.

MAXI OLIVERA 5: il rigore non si è capito: lui ed il giocatore del Borussia si sono strattonati a vicenda e altre mille volte non verrebbe concesso. Resta il fatto che certi palcoscenici sono troppo impegnativi per le doti tecniche di un calciatore come questo.

CHIESA 5: stasera serata No. Corre a capo basso quando porta la palla e quando deve riceverla. Lo stesso allenatore lo richiama spesso. Ma non lo toglie, quando invece avrebbe dovuto. Tira poco e non cerca molto il fondo per il cross. E’ giovane e migliorerà

VECINO 5: per come gioca e per il rendimento delle ultime partite (1 mese circa) meriterebbe 4. Ma tanto non cambia la sostanza di un calciatore involuto, che corre sui palloni e non sa ripartire con il gioco e non contrasta neanche, limitandosi a ostacolare l’avversario (il più delle volte) senza, ovviamente, avere successo.

BADELJ 5: aveva iniziato con delle buone intuizioni e delle giocate semplici ma efficaci. Poi è sparito. Il suo difetto maggiore stasera è emerso, come anche successe a Siviglia, nella partita dei Quarti di Europa League del 2015: non ha carattere, è lento e prevedibile e non sa comandare la squadra in partite importanti e decisive. (dal 19′ s.t. BABACAR 5: cosa avrebbe potuto fare? Si è posizionato a fianco di Kalinic e spesso si davano fastidio a vicenda per occupare lo stesso territorio. Impalpabile)

BORJA VALERO 5: segna un gol di rapina e per papera del difensore tedesco. corre e rincorre, porta palla e gestisce, come può il centrocampo che, tuttavia, è stato spesso in affanno perchè gli avversari correvano di più. Da rigenerare.

BERNARDESCHI 5: è la gioia ed il dolore della Fiorentina di questa sera. Ha creato un bellissimo assist per il gol del 1-0, ha sbagliato perdendo la palla per il primo gol tedesco e ha sbagliato in maniera oscena, accennando solo al movimento, nella propria area piccola, porta vuota, a tu per tu con Stindl che realizza passandogli la palla sotto le gambe. Sostituito a sorpresa da Sousa… (dal 19’s.t. ILICIC 5: tira tre volte da fuori area, cerca il tiro e cerca lo scambio con Chiesa o Kalinic, ma non brilla mai)

KALINIC 5: fa reparto da solo, come al solito. Segna il gol che illude i tifosi e la squadra. Potrebbe aver meritato anche la sufficienza, ma quando una partita si mette male e finisce peggio, portando la squadra a un futuro prossimo senza obiettivi, la colpa è di tutti i calciatori.

Allenatore PAULO SOUSA 5: Borja Valero e Sanchez fuori ruolo. Motivazione dei giocatori pochissima. Schemi di gioco, contestabili. Visione della partita e sostituzioni totalmente negativi. Togliere un calciatore come Bernardeschi in una gara determinante è un errore che non deve mai essere fatto, perchè quelli sono elementi che possono risolvere la gara in qualsiasi istante, pur avendo giocato male. Saponara non utilizzato, quando giocano elementi, tecnicamente mediocri, ed in un ruolo che non è il loro (ma è già accaduto in passato con Zarate ed altri nuovi giunti a gennaio). Non ha a disposizione molti campioni e la difesa è precaria, ma da quando dichiarò di “non sognare più”, qualcosa è cambiato e non ha più messo in campo formazioni a modo. La soluzione migliore, per il futuro immediato, così da tentare una rincorsa all’Europa, è che venga esonerato subito. La certezza è che è l’allenatore di un gruppo senza più capo nè coda.

ARBITRO Sig DIAS (Por) 5: direttore di gara non all’altezza, e i suoi collaboratori di sinistra, ancora meno. Il rigore al Borussia, che ha riaperto la partita, è quantomeno dubbio, da rivedere mille volte e poi non concedere. C’era un rigore anche per la Fiorentina, nel primo tempo. Cartellini molto poco utilizzati e a casaccio. Lascia giocare dopo falli evidenti e ferma il gioco solo dopo un tempo piuttosto lungo se la palla viene persa dalla squadra in possesso.