Fiorentina-Atalanta 0-0, pagelle viola: una squadra misera nel gioco e nelle idee

Una calda Firenze ha assistito nell’ora di pranzo alla prestazione di una fredda e inconsistente Fiorentina.

Fonte: Federico Berni
Fonte: Federico Berni

E’ inutile che Pantaleo Corvino continui a dire, nelle varie interviste, che lui e la proprietà, hanno fatto scelte importanti e sperano di arrivare a qualche trofeo: questa Fiorentina può arrivare solo a una salvezza sofferta, se continua a giocare come dall’inizio del campionato ad oggi.

Paulo Sousa durante la gara, contro una modesta Atalanta, ha scosso spesso la testa. Forse dovrebbe scuotere l’ambiente, in particolari questi suoi atleti spenti e demotivati.

PAGELLE FIORENTINA

TATARUSANU 6,5: una bella prestazione, sempre attento e determinato. Esce anche di testa su Gomez a sventare un contropiede

SALCEDO 5,5: impalpabile. Ha tenuto solo la posizione.

GONZALO RODRIGUEZ 6: commette errori anche banali e pur mostrando lucidità e visione del gioco, non ha ancora la condizione ottimale.

ASTORI 6: chiude bene alcune volte e lascia spazi in altre. Meglio di altre partite ma siamo indietro

MILIC 5,5: oggi nemmeno un cross, alcuni svarioni di intesa con i compagni, per il resto solo mediocrità.  (dal 13′ s.t. TELLO 5: non pervenuto).

BERNARDESCHI 5,5: ma la bravura di questo ragazzo è dimostrata da qualcuno? Perché qua dobbiamo vedere un calciatore che in un tempo non ha mai saltato l’uomo e nell’altro ha trovato spazi migliori ma, oltre a portare a spasso la palla, non ha fatto vedere altro.

BADELJ 5: è il freno della squadra. Rallenta e non ragiona (a differenza di altri momenti). Il miglior tocco di palla che sa fare è appoggiare indietro o a 2 metri in parallelo. Lancia qualche volta in profondità sbagliando completamente.

CARLOS SANCHEZ 6: cerca di fare il perno del centrocampo e il play maker ma questa giornata è poco propizia per lui che mostra stanchezza fisica. (dal 13′ s.t. VECINO 6: entra e in pochi minuti tira in porta pericolosamente 2 volte, creando un serio problema agli orobici. Il resto della sua gara è comunque buono, nonostante prenda la terza ammonizione di fila)

BORJA VALERO 6: anima della Fiorentina, fa tutti i ruoli. Gioca anche terza punta, in una parte del primo tempo. Ha mille idee ma poca freschezza fisica.

BABACAR 5,5: corre e rincorre, non porta mai un pericolo alla porta nerazzurra. Anche il dialogo con il compagno di reparto è precario e i piedi buoni non sono poi così buoni. (dal 36′ s.t. ZARATE s.v.: gioca solo quattordici minuti, fa quello che può ma un calciatore così, se non ha spazio, è sprecato)

KALINIC 6,5: fa un gran lavoro, spreca palle gol, corre e crea spazi, gioca anche da rifinitore. Gli manca soltanto di centrare la porta e il gol. Ma c’è.

Allenatore PAULO SOUSA 5: sembra il pilota di una macchina in disuso. E’ l’artefice di una “armata Brancaleone” calcistica che mostra lacune tecniche ovunque. Scuote la testa palesemente ma, forse, la testa andrebbe scossa per lui stesso. Ha le sue colpe e i suoi grandi limiti. Ottuso nel mettere in campo sempre gli stessi calciatori e nell’usare il solito modulo. Oggi ha inserito le due punte ma forse in settimana non vede le condizioni dei suoi giocatori. Il suo percorso a Firenze sembra molto compromesso

Arbitro Sig. DAMATO 6,5: arbitra bene e senza pecche. Grazia dal rosso sia Badelj, sia Dramè.