Fiorentina-Roma 1-0, pagelle viola: Badelj decide, dopo una prestazione non bella

Al “Franchi” la Fiorentina porta ossigeno nella propria casa, vincendo (praticamente a sorpresa) contro una buona Roma.

I giocatori della Fiorentina in esultanza. (Fonte: Federico Berni)
I giocatori della Fiorentina in esultanza. (Fonte: Federico Berni)

Rete decisiva di Milan Badelj, uno dei peggiori, fino al gol, oltretutto viziata dalla posizione di Kalinic in sospetto fuorigioco attivo di fronte al portiere giallorosso.

La fase di attacco dei viola stenta, anzi manca ancora molto. La fase difensiva si regge su episodi fortunati più che su concretezza e solidità. Il centrocampo (a parte Badelj) è il reparto migliore e più concreto della squadra di Paulo Sousa.

PAGELLE FIORENTINA

TATARUSANU 6,5: non ha sbagliato praticamente niente, e a dire il vero, ha rischiato anche poco

TOMOVIC 5: solito mediocre difensore sia in fase centrale che in quella di fascia.

GONZALO RODRIGUEZ 5,5: sempre in difficoltà con Dzeko, sempre in affanno e sempre al limite dell’errore. Migliorerà.

ASTORI 5: penoso e incerto, fin dall’inizio del Campionato.

MILIC 6: ha fatto 6 cross dei quali soltanto 1 è entrato in area. Ha lottato e contrastato al meglio pur non avendo qualità eccelse. Suo il tiro dei viola più pericoloso, nel secondo tempo, dal limite sinistro dell’area piccola, con miracolo del portiere giallorosso.

TELLO 5,5: sta arretrato e riparte in velocità ma la retroguardia della Roma è come invalicabile per lui. Riesce solo una volta a mettere la palla al centro e Milic, quasi riesce a segnare.  (dal 17′ s.t. BERNARDESCHI 5,5: entra e spazia un po’ ma non incide e contribuisce solo a tenere il risultato)

CARLOS SANCHEZ 7: è stato lui, stasera, il centrocampo della Fiorentina. E’ stato un incontrista perfetto e ha contribuito alle ripartenze. Con un compagno di reparto come Badelj, che rallenta il gioco e lo smista all’indietro, farebbe fatica chiunque.

BADELJ 6,5: gran parte del voto è dovuto al gol, da fuori area, che ha deciso la partita. Per il resto è perfettamente insufficiente: lento, prevedibile, spreciso nel passaggio, inconsistente nel contrasto. Ma finchè va così…

BORJA VALERO 6,5: con Sanchez è la parte positiva del centrocampo viola e quindi del gioco dei toscani. Tiene palla, prova l’ultimo passaggio, rincorre l’avversario e riparte. Questa sera ha mantenuto anche la lucidità fino al 50′.

ILICIC 6: fa il suo gioco, ovvero prova a contrastare l’avversario e a tirare in porta o fare il passaggio in profondità decisivo. Non sempre riesce.  (dal 30′ s.t. BABACAR 6: impegno giusto per il poco tempo in cui ha giocato).

KALINIC 6: fa movimento e controlla la palla smistandola ai compagni in modo da costruire una azione di attacco efficace. Non gli arriva mai una palla sotto porta da diverse partite. Sbaglia clamorosamente un colpo di testa, gol fatto, solo davanti al portiere. E’ in posizione attiva di disturbo sul tiro di Badelj che decide la partita.  (dal 38′ s.t. CRISTOFORO s.v.)

Allenatore PAULO SOUSA 5,5: schiera sempre la stessa formazione, si vede che conosce bene i suoi calciatori, ma non si scosta di un briciolo su quelli che impiega. La Fiorentina stenta nel trovare anche solo un tiro in porta e questo è indice di cattiva gestione degli schemi di attacco. Si ostina a non schierare Bernardeschi dal primo minuto quando ne critica le caratteristiche ma non gli dà modo di esprimersi. Ha a disposizione De Maio eppure continua a far giocare Astori che è in una condizione da rabbrividire.

Arbitro Sig. RIZZOLI 6,5: l’errore del guardalinee sul tiro di Badelj, non è imputabile a lui direttamente. Nega i rigori che giustamente non ci sono. Buona conduzione della gara.