Pescara-Inter, 1-2: Icardi eroe della rimonta

L’Inter di De Boer batte il Pescara per 1-2 ribaltando il risultato ai minuti di recupero del secondo tempo. La doppietta del capitano Icardi ha regalato la prima vittoria della stagione ai nerazzurri e al tecnico olandese che, ad un quarto d’ora dalla fine, ha rischiato il tutto per tutto schierando quattro attaccanti.

Mauro Icardi (Fonte: inter.it)
Mauro Icardi (Fonte: inter.it)

Durante il primo tempo del match l’Inter prova a fare la partita con tanto possesso palla e continue incursioni nell’area di rigore avversaria, i padroni di casa stringono i denti e non si lasciano incantare dalle giocate di qualità del neo-acquisto Joao Mario. Tutte le azioni pericolose partono dalla fascia sinistra, zona del campo in cui i nerazzurri spingono tantissimo tentando di arrivare invano alla conclusione. Agli ospiti manca la giusta dose di cattiveria per finalizzare e il Pescara comincia a carburare: alla mezzora gli abruzzesi falliscono due occasioni ghiottissime, prima Banali su assist di Caprari e poi Cristante, che non è bravo ad approfittare di una svista clamorosa della difesa nerazzurra. Sul finire dei 45 minuti è Bizzarri ad essere chiamato in causa, che difende alla perfezione la propria porta dai tiri insidiosi di Banega, autore di un ottimo match, e Candreva.

All’avvio della seconda frazione di gioco l’Inter rientra in campo con una marcia in più e la furia nerazzurra cerca di imporsi sui biancazzurri: Banega, Candreva e Icardi sono di nuovo ad un passo dal gol ma, un po’ per fortuna e un po’ per le buone chiusure di Bizzarri, il Pescara riesce con le unghie e con i denti a proteggere il pareggio. Al 63′ arriva la doccia fredda per gli ospiti: D‘Ambrosio commette un brutto errore, perde di vista Bahebeck e il francese è rapidissimo nella conclusione. Handanovic resta spiazzato e non può fare nulla per evitare l’1-0. L’Inter, dopo la batosta, cala vistosamente e Verre ha l’occasione per chiudere la partita, tentando il raddoppio: il palo è una benedizione per la squadra di De Boer. Le cose si mettono male e l’allenatore ex Ajax compie una mossa azzardata, facendo entrare sul terreno di gioco Eder, Jovetic e Palacio per Candreva, Medel e Perisic. L’impatto sulla gara dei tre attaccanti è buono e la formazione ospite riacquista fiducia, giocando con più rapidità. Al 77′ Banega offre ad Icardi un assist al bacio, l’argentino, da vero bomber, ne approfitta subito e spedisce la palla alle spalle di Bizzarri. La sfida sembra ormai debba chiudersi sull’1-1, ma durante i minuti di recupero il capitano mostra tutte le sue qualità da leader: Maurito anticipa Gyomber e col destro raddoppia e porta tre punti importantissimi a casa.