Juventus, parla Allegri:”Domani sarà una partita difficile, bisognerà avere pazienza”

Vittoria al Cuadrato contro l’Inter già archiviata, ma in casa Juve si guarda già avanti.

Fonte immagine: ACF Fiorentina
Fonte immagine: ACF Fiorentina

Febbraio si presenta intenso, molto, con Coppa Italia e Champiosn League in aggiunta. Prima, però, bisogna acciuffare un’altra vittoria, quella di Crotone, da non sottovaluatre assolutamente. E infatti, proprio alla vigilia, Allegri parla in previsione del match dello Scida, ritenendolo più importante di quello dell’Inter. Sentiamo le parole:“Il Crotone è una squadra che ha perso molte punti nel finale di gara, vuol dire che è una squadra che ha molto equilibrio e difficile da sorprendere. Domani sarà una partita difficile, bisognerà avere pazienza. Abbiamo solo un risultato, perché sennò i tre punti fatti con l’Inter verrebbero buttati a mare. Ci siamo allenati bene, Chiellini rimarrà a casa per riposare, ma ho recuperato altri giocatori. Marchisio non verrà convocato per alcuni problemi alla schiena accusati dopo la partita di domenica. Ci sarà qualche cambiamento, anche se la squadra sta bene fisicamente. Pjaca può darsi che domani giochi dall’inizio. Il passaggio dall’Inter al Crotone? E’ semplice, valgono entrambe tre punti. Se domani non affrontiamo la partita nel modo giusto, vincerla sarà difficile. Domani non cambierò modulo ma solo gli uomini, Lichtsteiner dovrebbe riposare e dovrebbe rientrare Dani Alves. Benatia è tornato bene dalla Coppa d’Africa e domani si contenderà il posto con Rugani. Più che gerarchie ho cinque difensori centrali di ottimo livello, spero stiano sempre bene così qualsiasi scelta io faccia si rivelerà giusta”. Per quanto riguarda il modulo, Allegri non cambia: “Giocheremo così anche domani, è fondamentale che ci sia compattezza e che tutti si mettano uno a disposizione dell’altro. Solo così potremo sostenere tutti questi giocatori offensivi. In caso di vittoria aumenteremmo il nostro vantaggio in classifica, ma il campionato è lungo e non bastano 86 punti per vincerlo. Bisognerà vedere di partita in partita”. Infine Allegri chiude con un commento sulla vicenda di Pescara: “E’ una situazione che mi ha fatto una brutta impressione. Sono cose che nel calcio non devono succedere perché vincere non è semplice, rimanere in serie A non è facile. Pescara è una realtà molto civile, sono in un brutto momento ma anche se dovessero retrocedere potrebbero tornare subito in A. La città non è questa, io sono legato a Pescara e vorrei vederlo in un’altra posizione”.

Flavio Ponissi

Flavio Ponissi

Sicignano Degli Alburni-Salerno. Aspirante giornalista sportivo. Amante del calcio, quello vero.