Milan-Atalanta 2-2, le pagelle dei rossoneri: bellezza e spreco

San Siro è finita 2-2 tra Milan e Atalanta in una partita divertente e vivace, piena di emozioni.

Bonaventura al Milan - Fonte immagine: bolognafc.it
Bonaventura – Fonte immagine: bolognafc.it

Pronti e via, un assist al bacio di Suso ha pescato Higuain in area che ha fatto subito 1-0 al 2′ di gioco, grande gol da vero attaccante.

I rossoneri hanno impostato il loro gioco sul possesso palla, cercando di non perdere il controllo della sfera e accelerando la manovra al momento giusto, con rapidi colpi a liberarsi in mezzo al campo. Fiducia e sicurezza tra le gambe del Milan, soprattutto da dai due esterni Calhanoglu e Suso, con il supporto di BonaventuraAl 20′ è stato annullato un gol proprio a quest’ultimo, giusto l’intervento del Var, anche se rimarrà l’azione importante partita dai piedi di Calabria. 

Per tutto il primo tempo non è cambiato il motivetto, a parte l’unica vera occasione con rischio alla mezz’ora, sprecata da Pasalic davanti a Donnarumma. Fraseggi mai banali, tanta corsa e altrettanto buon gioco per gli uomini di Gattuso.  Nella ripresa l’Atalanta ha trovato il pareggio al 53′  su un errore di Calabria che l’ha messa nella sua porta sulla pressione del Papu Gomez. I bergamaschi hanno acquisito più sicurezza, ma il Milan ha continuato quello che aveva prodotto nel primo tempo. La tenacia ha portato Suso a servire l’ennesimo assist, questa volta a servizio di Bonaventura che non ha sbagliato il tap-in vincente. La partita si è resa divertente da entrambe le parti, con un Milan in pieno controllo che ha sfiorato il gol in altre due occasioni, ma l’Atalanta è rimasta sempre viva cercando di rendersi pericolosa nel finale. Lo fa all’89’ con De Roon dopo un’azione confusa, ma è stato esemplare Rodriguez a salvare sulla linea. Il gol era nell’aria ed è arrivato al 92′ dopo una bella parata di Donnarumma, con Rigoni che si è fatto trovare al posto giusto per il 2-2. Di seguito le pagelle dei rossoneri.

Donnarumma 6 gioca molto con i piedi, lo fa con sicurezza e con logica, molte azioni partono da lui. Due parate da registrare, poi Calabria lo inganna sul primo gol dei bergamaschi e in occasione del secondo para e non può fare di più sulla respinta.

Calabria 6: corre, dialoga con Suso e va oltre i suoi compiti. Sbaglia l’intervento sul gol del pareggio e poi va in confusione. Gattuso se ne accorge e lo sostituisce. Peccato. (Dal 66′ Abate 6: entra bene in campo, avanza ad ogni azione).

Musacchio 7: perfetto in copertura, stronca sul nascere tutto i pericoli che gli passano vicino. Sale in avanti e dà il suo supporto al centrocampo.

Romagnoli 6,5: in coppia con Musacchio soffre poco e niente. Mantiene la sua posizione, guida da dietro il suo Milan.

Rodriguez 7: perfetto in fase difesa, cerca cambi di campo e corre. Mezzo voto in più per il salvataggio sulla linea all’88’ che ha il valore di un gol, anche se non è bastato.

Kessiè 6,5: corre sempre tanto, ma con l’aiuto da parte di tutta la squadra può anche ritagliarsi i suoi momenti di tranquillità. Sette polmoni quando Suso o Calabria lo chiamano in causa. Per il resto: sprecone sotto porta nel finale di primo tempo.

Biglia 6: prestazione sufficiente, davanti alla difesa si fa trovare sempre pronto, anche se non va oltre il suo compito.

Bonaventura 7,5: fa strada per le manovre dei suoi cercando la traccia per mandare in porta i suoi. Ispirato, va in supporto agli esterni d’attacco per incrementare la manovra. Ritmo costante, corona tutto con il gol, dopo la sfortuna del primo tempo. (Dal 74′ Bakayoko 5: entra bene, ma poi gestisce malissimo il contropiede che porterà al gol del pareggio. Troppa superficialità).

Suso 7: due assist al bacio in occasione dei gol, tocchi di fino e tanta qualità. Si rende pericoloso in diverse occasioni, una mina vagante per tutti i 90′. Prestazione convincente, da grande in quel ruolo.

Higuain 7,5: gol spettacolare in avvio, gioca in tutta la metà campo d’attacco senza dare punti di riferimento, ha tanta voglia da vendere. La sua presenza in area dà numerosi fastidi alla difesa bergamasca. Bravo a far salire la squadra e nel partecipare alla fase di impostazione. Si trasforma anche in 10, al servizio dei suoi. Completo.

Calhanoglu 6,5: con Suso e Bonaventura si scambia il pallone con velocità. I suoi passaggi sono pericolosi, come i movimenti che fa per tutta la zona offensiva. (Dall’85’ Castillejo s.v.).

All. Gattuso 6,5: un buon Milan, almeno 3 passi avanti. Peccato per come è finita. Tante palle create, azioni con sicurezza e in velocità. Non basta. Dal lavoro passa tutto, ne è stato fatto tanto, ma dovrà essere ancora intensificato. L’anima di questa squadra resta lui, i suoi lo seguono alla grande.