Roma-Milan 1-1, le pagelle dei rossoneri: Donnarumma vola e salva

Allo stadio Olimpico non si va oltre il pareggio.

Donnarumma al Milan di Doha Stadium Plus Qatar, Flickr
Donnarumma di Doha Stadium Plus Qatar, Flickr

Il Milan ha pareggiato 1-1 contro la Roma dopo essere passato in vantaggio con il gol di Piatek. Al croato ha risposto Zaniolo in avvio di ripresa. Donnarumma è stato il migliore in campo.

Più Roma che Milan in avvio di gara. I giallorossi si sono mossi bene, senza però riuscire ad impensierire la difesa rossonera. Al 15′ ci ha provato Dzeko, ma è stato bravo Donnarumma ad opporsi. Gli uomini di Gennaro Gattuso sono passati in vantaggio al 26′ grazie ad un’intuizione di Paquetà che prima ha recuperato il pallone e poi ha servito Piatek che con un bel movimento ha deviato la palla dietro alle spalle di Olsen. Subito dopo la mezzora di gioco ci ha provato Zaniolo, ma il portiere rossonero si è opposto. L’estremo difensore è stato prodigioso anche nel doppio intervento su Schick e Dzeko sul finale di primo tempo.

La ripresa è iniziata con il botto. La Roma ha sorpreso la difesa rossonera, in piena difficoltà sull’azione che ha portato al gol di Zaniolo. La partita è diventata molto fisica e si è giocata in mezzo al campo. Le ripartenze di entrambe le formazioni non hanno creato troppi problemi ai portieri avversari. Al 71′ è bravo ancora Gigio con una parata in contro tempo su Dzeko.

Donnarumma 7,5: si scalda i guantoni sulla giocata di Dzeko, si rifà con la manona su Zaniolo. Il doppio intervento su Schick e Dzeko e poi ancora sul numero 9 difendono il pareggio. Non può nulla sul gol, la difesa non aiuta.

Calabria 6: non brilla, ma fa il suo compitino. Scende quando la manovra lo consente, sta più sulla difensiva vista la serata.

Romagnoli 6,5: non sbaglia niente, in area è sempre presente  e gioca con personalità. Si muove con intelligenza e tiene a bada Schick e Dzeko.

Musacchio 5: sbaglia l’intervento sul gol di Zaniolo: colpevole. Poco sicuro in altre occasioni. Da rivedere la sua prova, gli attaccanti lo mandano in difficoltà,

Rodriguez 6,5: difende molto bene, gioca con maturità. Passo in avanti rispetto alle ultime uscite, personalità in alcune uscite che non si vedevano da tanto tempo.

Kessie 6,5: salto in avanti rispetto alle ultime uscite. Contrasta energicamente per 90′ e dà sicurezza e ossatura al centrocampo.

Bakayoko 6: sufficienza piena, la partita non è facile, ma segue a ruota il lavoro di contenimento di Kessie. Imposta meno, ma mette ordine.

Paquetà 6,5: si inventa l’azione del gol con determinazione e poi serve Piatek con un cioccolatino. Nella ripresa cala e sbaglia molti appoggi, Gattuso se ne accorge e lo sostituisce. (Dal 77′ Castillejo s.v.).

Suso 5: va ad intermittenza e di pari passo anche l’offensiva del Milan. La lampadina la deve accendere lui, ma incespica sul pallone e non trova spazio tra le maglie giallorosse. Sulla fascia perde spesso il pallone e si fa saltare prima da Kolarov e poi da El Shaarawy. (Dall’87’ Laxalt s.v.). 

Piatek 6,5: legge perfettamente l’azione di Paquetà e si fa trovare al punto giusto per punire la Roma con una zampata. Per tutta la gara crea, apre e si muove in tutto il reparto offensivo mettendo in difficoltà la difesa giallorossa. Cambiano le marcature e con Manolas si ritrova ingabbiato. (Dall’87’ Cutrone s.v.).

Calhanoglu 4,5: spento e con poche idee, continua il periodo ‘no’ del turco. I cross sono troppo prevedibili, in un paio di occasioni rallenta la manovra dei suoi.

All. Gattuso 6: non era facile preparare una partita contro una Roma imprevedibile. Il suo Milan ha fatto un passo indietro rispetto al doppio confronto con il Napoli, ma il punto conquistato è prezioso ai fini del 4° posto.