Italia-Ucraina 1-1, le pagelle degli azzurri: Mancini fatica a trovare la qualità

L’Italia continua a macinare risultati mediocri rimediando anche un pareggio in casa contro l’Ucraina, in amichevole a Genova. Azzurri a segno nel secondo tempo perlopiù grazie ad un errore del portiere avversario su conclusione dalla distanza di Bernardeschi. Ecco le pagelle degli uomini di Mancini:

Immobile nell'Italia - Fonte immagine: Clément Bucco-Lechat, Wikipedia
Immobile – Fonte immagine: Clément Bucco-Lechat, Wikipedia
Donnarumma 6: sul goal è leggermente in ritardo ma non vede partire il pallone.
Biraghi 5,5: un po’ troppo disattento in fase di copertura, i suoi primi cross pericolosi arrivano nell’ultima mezz’ora. (Criscito s.v.)
Chiellini 6: solita partita di sostanza. Nel primo tempo la sua prestazione è ampiamente sufficiente ma nella ripresa il capitano dell’Italia soffre un po’ troppo.
Bonucci 6,5: il regista difensivo della Nazionale gioca una bella partita, nel finale va anche vicinissimo al goal.
Florenzi 5: partita difficile quella del giocatore della Roma che non riesce mai a rendersi pericoloso. (Piccini 6)
Barella 6,5: all’esordio assoluto con la maglia dell’Italia il giovane centrocampista del Cagliari disputa una partita praticamente perfetta, la personalità è la sua più grande caratteristica. (Pellegrini 6)
Jorginho 6: nella prima metà di gara fa girare la squadra alla grande, nella seconda parte invece fa più fatica a trascinare la squadra.
Verratti 6,5: probabilmente quella di stasera è stata la sua miglior partita con la maglia della Nazionale. I presupposti sono ottimi. (Bonaventura 5,5)
Insigne 5,5: come al solito la sua stella in azzurro si spegne. Anche questa sera non riesce mai a rendersi pericoloso. (Berardi 5,5)
Bernardeschi 7: l’Italia ha probabilmente trovato l’uomo a cui aggrapparsi. Così come con la Juventus, il ragazzo di Carrara ha dimostrato una grandissima maturità. Fortunato sul goal, ma se lo meritava. (Immobile 5)
Chiesa 6: la sua prestazione meriterebbe anche mezzo voto in più ma, a causa della sua inesperienza, prende un paio di scelte errate che avrebbero potuto cambiare il risultato.

Alessandro Davani

Alessandro Davani

Giovane giornalista alle prime armi. Amo cucinare, ascoltare musica ed il calcio. Seguo anche il Motomondiale, la F1, i Lakers (e l'NBA in generale) ed il rugby.