L’osservato speciale – Luis Muriel, è tornato per restare

Ricomincia finalmente la Serie A dopo la sosta invernale e lo fa con la prima giornata di ritorno che si sviluppa nel bel mezzo della sessione del mercato di riparazione. Il leitmotiv di questo calciomercato sembra il rientro in Italia dopo esperienze deludenti all’esterno.

Fonte: Federico Berni

Tra questi giocatori vogliosi di tornare protagonisti c’è anche il nostro osservato speciale di giornata. Si tratta di Luis Muriel, approdato alla Fiorentina dopo una stagione e mezza a Siviglia. Per lui si era mosso forte anche il Milan, ma troppo tardi poiché il colombiano si era già promesso a Pantaleo Corvino, colui che l’aveva portato in Italia ad inizio carriera.

Ecco quindi aprirsi una grande possibilità per questo calciatore che a sprazzi ha mostrato grandissime qualità, ma che non è mai riuscito a consacrarsi del tutto. Quello che si augurano a Firenze è che finalmente lui possa fare questo passo importante e affermarsi definitivamente in maglia viola. Anche perché ad inizio anno i tifosi fiorentini avevano risposto grandi aspettative nel tridente Chiesa-Simeone-Pjaca, ma ne sono poi rimasti delusi soprattutto per lo scarso rendimento avuto dall’argentino e dal croato.

La domanda infatti che si sono fatti in molti dopo l’acquisto del nativo di Santo Tomàs è: al posto di chi giocherà? Perché è scontato che sia venuto per fare il titolare, ma chi gli farà spazio là davanti? La convivenza tra i due sudamericani a detta di molti potrebbe essere difficile, mentre per altri sembra essere la soluzione più indicata per far ritrovare la via della rete anche al numero 9. E di questo avviso sembra essere anche Mister Pioli, pronto a rimodellare la sua Viola con un 352 che vedrebbe Chiesa largo a tutta fascia e il tandem Muriel-Simeone in avanti.

Di certo l’inizio per l’ex Samp, Udinese e Lecce sembra promettere bene se ripensiamo alla tripletta realizzata nel giro di 22 minuti nell’amichevole contro l’Hibernians di una decina di giorni fa. Ma in Serie A sarà tutto diverso, ma lui ha il vantaggio di conoscere già bene il nostro campionato. Ecco allora che non ci resta che aspettare l’esordio ufficiale in maglia viola che dovrebbe arrivare già domani nella sfida proprio contro una sua vecchia squadra: Fiorentina-Sampdoria, stadio Artemio Franchi, ore 15:00.