Diritti tv, Mediapro prende la Serie A: come la vedremo in Italia?

La Lega A ha accettato l’offerta di Mediapro per i diritti tv 2018-2021 della massima serie italiana.

Fonte: Alessandra Lo Monaco

La notizia dell’acquisizione del triennio da parte dell’emittente spagnola ha scatenato il dibattito tra i tifosi e gli addetti ai lavori.

“L’assemblea della Lega Serie A, riunitasi alle ore 11.30 per l’apertura della busta presentata alle ore 9.36 di oggi per il Pacchetto Global dall’intermediario indipendente Mediapro, ha verificato che l’offerta depositata, pari a 1.050.001.000 euro, è superiore al prezzo minimo richiesto dall’Invito ad Offrire e conseguentemente procederà alla comunicazione all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, come previsto dall’Invito stesso ai fini dell’assegnazione dei diritti in oggetto”.

Come appreso dalla stessa nota, con l’accettazione dell’offerta la Lega Serie A è diventata la terza lega al mondo per introiti dai diritti tv, dopo la Premier League e la Liga. Un’offerta che ha aumentato il valore della Serie A da 493 milioni di euro della scorsa estate a 1,05 miliardi di questi giorni. Paolo Nicoletti, vice commissario della Lega, ha parlato di offerta di grandissimo valore che ha portato ad un risultato economico straordinario, come appreso da Calcio e Finanza.

Sky, attraverso i suoi legali, ha diffidato la Serie A per la scelta di Mediapro. Secondo quanto riportato dall’Ansa, la stessa Sky chiederebbe alla Lega di rivalutare l’offerta dell’emittente spagnola considerandola inammisibile, escludendola così dall’assegnazione.

I prossimi giorni saranno importanti. Prima di tutto, l’Antitrust avrà tempo 45 giorni per giudicare la validità dell’offerta, quindi al momento c’è da aspettare. In secondo luogo, Mediapro proverà sicuramente a parlare con gli operatori attuali presenti sul territorio per trovare un accordo.

Nel frattempo, il fondatore e partner dell’emittente spagnola ha rilasciato la seguente dichiarazione a margine della riunione di Lega, come riportata sul sito tuttomercatoweb:

“Siamo molto contenti per esserci aggiudicati i diritti e spero non ci siano problemi con l’antitrust. Possiamo fare un grande lavoro con la Serie A, un campionato importantissimo con grandi club. Crediamo possa avere un grande futuro e faremo un grande lavoro. Dove si vedrà la Serie A? Abbiamo lavorato molto, anni fa, con la Liga spagnola e i tifosi sono la cosa più importante. Sarà facile per tutti vedere la Serie A che si potrà vedere in più piattaforme possibile, in tutte. Abbiamo sempre pensato al fatto che la produzione e la distribuzione del calcio deve stare insieme per fare un prodotto sempre migliore. In questo modo cresceranno gli abbonamenti. Lavoreremo per trasmettere le partite anche sul web per completare tutta l’offerta. Le piattaforme devono andare avanti unite e non ci deve essere una lotta interna. Siamo molto contenti di aver preso i diritti”.

Inizia una nuova era, con l’intento (a detta di tutti gli addetti ai lavori) di poter valorizzare al meglio il marchio Serie A per rivenderlo anche all’estero.