Milan: Higuain stop 2 turni, ma la società fa ricorso

MILAN – Dopo l’espulsione nel finale della gara Milan-Juventus a San Siro, Gonzalo Higuain è stato squalificato per due giornate.

Higuain - Fonte immagine: Кирилл Венедиктов, soccer.ru - Wikipedia
Higuain – Fonte immagine: Кирилл Венедиктов, soccer.ru – Wikipedia

L’attaccante milanista salterà così le sfide con Lazio e Parma. Il Giudice Sportivo ha definito la condotta dell’argentino “gravemente irriguardosa nei confronti del Direttore di gara.

Al 38° del secondo tempo, Higuain si sarebbe avvicinato al Direttore di gara in modo scomposto e minaccioso, dopo aver ricevuto un’ammonizione per proteste. Al momento dell’allontanamento dal terreno di gioco poi, il calciatore avrebbe “reiterato platealmente le proteste“. Questa decisione, arrivata nella giornata di oggi, ha spinto il club rossonero ha fare ricorso e tentare di ridurre le giornate di squalifica da due a una.

Anche Matteo Salvini, ministro degli Interni e tifoso del Milan, commenta aspramente il comportamento dell’attaccante argentino. Lo ha definito un “comportamento indegno” e, come spiega in conferenza stampa al Viminale, le due giornate di squalifica assegnate all’attaccante rossonero sono poche: “Il calcio è lo specchio di un Paese. Domenica sera ero a San Siro e da tifoso milanista mi sono vergognato del comportamento tenuto dal centravanti della mia squadra. Spero in una lunga squalifica“.