Juventus, CR7 Day: ecco le fasi salienti della giornata

La giornata di Cristiano Ronaldo è iniziata questa mattina, poco dopo le 10, con il saluto ai tifosi bianconeri all’esterno del J|Medical ed è poi continuata con la prima fase delle visite mediche.

Cristiano Ronaldo con la maglia della Juventus
Cristiano Ronaldo con la maglia della Juventus

Al termine dell’allenamento mattutino, CR7 è andato a salutare i suoi nuovi compagni di squadra alla Continassa ed ha poi eseguito la parte finale delle visite mediche.

La parte della giornata più attesa era ovviamente la conferenza stampa di presentazione e di seguito vi riporteremo le fasi salienti:

  •  CR7 E LA SCELTA JUVENTUS – “La Juventus è una delle migliori squadre al mondo, si tratta di una decisione che ho preso da tempo. La dimensione del club me l’ha resa una decisione facile, è stato un passo importante nella mia carriera; sono grato alla Juventus per avermi dato quest’opportunità, valorizzando il mio modo di giocare a calcio e la mia persona. Non è mai un passo indietro, sempre un passo avanti.”
  • PERCHÉ LA SERIE A E NON UN CAMPIONATO “FACILE” – “I giocatori della mia età di solito vanno in altri Paesi, con tutto il rispetto. In questo punto della mia carriera giocare in un club così grande mi rende felice. Ringrazio la Juve per la grandissima opportunità che mi ha dato. La Serie A è Un campionato difficile, molto tattico. La mia carriera non ha avuto nulla di facile e sono uno a cui piace uscire dalla mia zona di comfort. Sono fiducioso in me stesso, nei compagni e nel club.”
  • SUL SUO PASSATO AL REAL MADRID – “La storia al Real è stata brillante, ringrazio i fan, ma adesso voglio dedicarmi a questa nuova fase della mia vita. Non vedo l’ora di giocare. Sono molto motivato e voglio dimostrare agli italiani che sono un giocatore di altissimo livello.”
  • SULLA CHAMPIONS LEAGUE –  “La Champions è un trofeo che tutti vogliono vincere, ma è molto difficile. La Juventus ci è arrivata vicina, ma le finali sono sempre un’incognita. Per questo spero di portare fortuna, ma con tranquillità. Lotteremo per tutti i trofei.”
  • SULLA STANDING OVATION RICEVUTA NEI QUARTI DI FINALE – “La standing ovation? Un momento spettacolare per me. Un’accoglienza stupenda e per questo ringrazio tutti, chi c’era allo stadio, al campo d’allenamento, all’aeroporto. Tutti. Darò la mia risposta in campo.”
  • QUANDO ESORDIRÀ CON LA JUVENTUS – “Ho già conosciuto mister Allegri e comincerò ad allenarmi il 30. Voglio giocare alla prima giornata di Serie A.”
  • SUL PALLONE D’ORO – “Il pallone d’oro non è qualcosa che prendo in considerazione. Io voglio sempre vincere ed essere il migliore. Se le cose dovessero andar bene sicuramente potrei avere l’occasione di vincerlo. Ma non è qualcosa che mi fa perdere il sonno.”
  • GRAZIE JUVENTUS! – “La Juventus mi ha dato una grande opportunità. E’ un passo avanti nella mia carriera. Non è un caso che abbia vinto gli ultimi 7 scudetti. Mi sento onorato che la Juve abbia pensato a me. E voglio portarla ad un livello ancora più alto.”
  • SUL SUO NUOVO COMPAGNO DI SQUADRA BENATIA – “Benatia? Ci siamo datti un po’ di botte sia in Champions che al mondiale! (si mette a ridere, ndr) A parte gli scherzi, è un gran difensore e sarà molto interessante giocarci insieme ed averlo come compagno.”
  • SULLA SUA ETÀ – “L’età non conta. Io mi sento bene, sono elettrizzato. Non vedo l’ora di iniziare.”

 

Ora non ci resta che aspettare un mese per poterlo vedere finalmente in azione con la maglia della Juventus.

Alessandro Davani

Alessandro Davani

Giovane giornalista alle prime armi. Amo cucinare, ascoltare musica ed il calcio. Seguo anche il Motomondiale, la F1, i Lakers (e l'NBA in generale) ed il rugby.