Il match clou della 30a giornata di Soccer Magazine: Juventus-Milan

Dopo l’ultima sosta per le nazionali, è di nuovo tempo di Serie A, che si appresta a vivere un finale al cardiopalma con un match clou in cui ogni punto perso o guadagnato può fare la differenza. Il sabato pasquale del nostro campionato si prepara infatti a vivere un super posticipo che rappresenta da tempo immemore una classica del calcio italiano: Juventus-Milan. Le contese tra bianconeri e rossoneri, negli ultimi anni, sono spesso state caratterizzate da polemiche arbitrali che ne hanno acceso ulteriormente la rivalità e il clamoroso passaggio del ‘cuore ingrato’ Bonucci al Diavolo questa estate, in tal senso, ha gettato ancor più benzina sul fuoco. Il capitano rossonero in settimana ha ammesso come per lui sia una gara speciale. Ultima vittoria del Milan in casa della Torino bianconera, ironia della sorte, firmata da Gattuso con Allegri in panchina, nel lontano 2010 quando ancora c’era il vecchio Olimpico.

Higuain - Fonte immagine: sassuolocalcio.it
Higuain – Fonte immagine: sassuolocalcio.it
COME ARRIVA LA JUVENTUS – il passo falso in casa della Spal di due settimane fa brucia ancora a Massimiliano Allegri, che nella classica conferenza stampa di vigilia ha sottolineato come i suoi si siano giocati un importante bonus nella serratissima lotta scudetto con il Napoli, avvicinatosi nel frattempo di due punti. Poco importa, dunque, se alle porte c’è l’attesa sfida di Champions con il Real Madrid, perché l’obiettivo primario resta quello di cucirsi il tricolore per la settima volta di fila. Spazio ai migliori con Buffon in porta, che cercherà di superare il proprio record di imbattibilità ottenuto nella stagione 2015-2016.

COME ARRIVA IL MILAN – cinque vittorie di fila per Gattuso e i suoi che oramai puntano dichiaratamente la zona Champions distante solamente cinque lunghezze. Ma oltre al valore indiscusso dell’avversario si dovrà fare i conti con i precedenti per nulla favorevoli che dicono chiaramente che lo Stadium, per i colori rossoneri, è indigesto. Sei sconfitte in altrettanti incontri suonano, infatti, come una sentenza. “Ringhio” perciò proverà ad invertire questa negativa tendenza con i suoi titolarissimi, fermo restando che anche se il Milan non ha più le coppe, all’orizzonte c’è da recuperare un derby che probabilmente, a prescindere dal risultato a Torino, varrà la stagione.

ULTIMO PRECEDENTE – Juventus-Milan 2-1 del marzo 2017. Prima Benatia (30′), poi pari di Bacca (43′) e infine Dybala su rigore a tempo praticamente scaduto.