Serie A, 24a giornata: si rialza l’Inter con Karamoh, ritorna al gol Belotti

Nessuna particolare sorpresa nella 24° giornata di Serie A. Ecco brevemente quanto accaduto sui vari campi di gioco:

Sassuolo-Cagliari 0-0: Nel match delle 12.30, importante per la volata salvezza, le due compagini non si fanno male. Al 10′ ci prova Farias con un tiro potente ma parato da Consigli. Poco dopo, su calcio d’angolo battuto da Berardi, bella rovesciata di Politano che sfiora di un soffio la rete. Primo tempo che finisce con timide occasioni da ambo le parti. Poco e niente nella seconda frazione che viene gestita meglio dal Sassuolo con Berardi e Matri che ci provano senza successo.

Chievo-Genoa 0-1: Continua la serie nera del Chievo alla quarta sconfitta consecutiva. Primo tempo piuttosto equilibrato dove c’è da registrare un gol annullato a Pandev per fuorigioco. Stessa storia nel secondo tempo, al 50′ Bastien prova ad impensierire Perin che si fa trovare attento. Nel finale di gara sale la pressione degli uomini di Ballardini ed al minuto 87 Pandev supera in slalom la difesa, ma Sorrentino non si fa superare. Svolta del match al 91′ quando Laxalt prende palla dal limite e con un bel tiro batte il portiere gialloblù. Clivensi alla quarta sconfitta consecutiva e risucchiati nella zona retrocessione mentre i rossoblù conquistano tre punti d’oro in chiave salvezza.

Inter-Bologna 2-1: Successo importante per Spalletti che balza al terzo posto in classifica. Dopo due minuti la sblocca il solito Eder bravo ad anticipare il difensore del Bologna su cross di Brozovic. Al 23′ bella parata di Handanovic su colpo di testa dell’ex Palacio. Al 25′ Miranda svirgola su un rilancio e ne approfitta ancora Palacio che si invola verso la porta e batte il portiere nerazzurro. Inter che prova subito a ribaltare il risultato ma termina sul pari il primo tempo. Ad inizio ripresa, su corner battuto da Brozovic, D’ambrosio schiaccia di testa ma colpisce la traversa e sulla ribattuta ci prova inutilmente Skriniar. A mezz’ora dal termine vantaggio interista con il primo gol di Karamoh abile a dribblare gli avversari e con un sinistro a girare batte Mirante. Partita che sale d’intensità e al 68′ Mbaye  (altro ex) si fa espellere per doppia ammonizione. nonostante l’uomo in meno, il Bologna si rende pericoloso ed a tre minuti dal termine ancora Palacio si vede negare la doppietta da un buon Handanovic. Al 91′ entra in azione il  VAR, gioco fermo circa tre minuti e alla fine Masina viene espulso per un fallaccio su Lisandro Lopez. 

Sampdoria-Verona 2-0: Si riprende il sesto posto la squadra blucerchiata in una partita non molto semplice. Linetty ci prova dopo otto minuti ma Nicolas si supera con una splendida parata che si supera successivamente su Quagliarella. Al 19′ Zapata riceve un passaggio filtrante e calcia in porta ma ancora Nicolas salva la propria porta. Passiamo ad inizio del secondo tempo quando al 50′ Caprari crossa in area dove si trova Barreto che colpisce di testa e sblocca il match realizzando così il suo primo gol in campionato. Nella mezz’ora di gioco occasioni per Zapata Petkovic. A cinque minuti dal termine fallo di Valoti su Kownacki e rigore prontamente trasformato da Quagliarella che spiazza il portiere e chiude i conti. Nel recupero altre due occasioni per Quagliarella ma la partita finisce e per il Verona si fa sempre più dura.

Torino-Udinese 2-0: Vittoria e sorpasso del Torino di Mazzarri ai danni dei bianconeri guidati da Oddo. Partita che inizia subito con un brivido quando al minuto sei Iago Falque calcia una punizione direttamente sulla traversa. Al 20′ Udinese in vantaggio con Barak, ma il VAR rende vana la sua esultanza. Cresce il toro e alla mezz’ora di gioco passa in vantaggio con un colpo di testa di N’Koulou bravo ad anticipare tutti su angolo battuto da Iago Falque. Partita equilibrata e al 66′ De Silvestri serve Belotti che corre palla al piede per 60 metri e batte Bizzarri. Timido tentativo dei bianconeri con Zampano per accorciare le distanze ma poi sono i granata a rendersi pericolosi con Baselli e continuano fino alla fine a gestire il risultato.

L’ultimo incontro della 24° giornata vedrà in campo alle 20:45 Roma e Benevento con i giallorossi di che devono riprendere a vincere nonostante le numerose assenze mentre i campani devono provarci per non diminuire le flebili speranze di salvezza.