Serie A, seconda sconfitta per il Napoli: 3-1 per la Roma

Seconda sconfitta consecutiva per il Napoli: gli azzurri, orfani di Milik, capitolano contro una buona Roma che supera in classifica proprio gli uomini di Sarri conquistando il secondo posto alle spalle della Juventus.

Fonte: Fabio Tarantino
Fonte: Fabio Tarantino

Una partita totalmente da dimenticare per i partenopei che senza il loro centravanti non riescono a mettere in seria difficoltà i giallorossi. Nella prima metà del secondo tempo il Napoli sembra propositivo, capace di fare la voce grossa e creare qualche occasione con i suoi esterni offensivi, gli unici in grado di portare avanti l’attacco complice un Gabbiadini sottotono che neanche questa volta riesce a sfruttare l’occasione concessagli dal mister.

Nonostante un buon avvio le speranze degli azzurri vanno in fumo a pochi minuti dall’intervallo, quando Dzeko sfrutta un cross di Salah per aprire le marcature e siglare il suo primo gol lontano dall’Olimpico, un gol pesante che mette totalmente KO il Napoli.

Nella ripresa le cose non cambiano: la Roma continua a fare la partita trovando anche il raddoppio al 54′, grazie al solito Dzeko che questa volta riesce a battere Reina da pochi passi. I partenopei però riescono a trovare la giusta reazione e solamente cinque minuti più tardi dimezzano lo svantaggio con il colpo di testa di Koulibaly, bravo a deviare la palla in rete sugli sviluppi di un corner. Gli azzurri prendono coraggio e provano ad agguantare il pareggio, ma contro una Roma così in forma i ragazzi di Sarri non riescono a concretizzare le tante occasioni create.

A chiudere definitivamente i giochi ci pensa Salah a quattro minuti dalla fine: l’egiziano scatta sul filo del fuorigioco e con un piattone buca la porta difesa da Reina, mettendo definitivamente la parola “fine” a questa partita. Deludente il Napoli che soffre pesantemente l’assenza di Milik: Sarri dovrà lavorare molto per sopperire alla mancanza del suo centravanti per continuare nel migliore dei modi una stagione cominciata alla grande.