Totti di rigore nel recupero e la Roma rimonta. Pari per la Lazio, sconfitte per Toro e Cagliari

Queste le gare di oggi in Serie A a cui non saranno dedicati sul nostro sito pezzi singoli

Totti - Fonte immagine: Riccardo Cotumaccio
Totti – Fonte immagine: Riccardo Cotumaccio

ORE 12,30 

Bologna – Cagliari 21 Marcatori: 22′ p.t. Verdi (B), 28′ s.t. Di Francesco (B), 37′ s.t. Alves

Nel derby tra squadre rossoblù il Bologna ottiene tre punti importantissimi di fronte ad un Cagliari che nonostante diverse difficoltà non ha mollato fino alla fine, finendo per creare qualche brivido al pubblico del “Dall’Ara”.
Per i sardi gara condizionata anche dall’espulsione di Storari nei primi minuti della ripresa, a causa di un presunto gesto violento nei confronti di Krejci.

ORE 15

Roma-Sampdoria 3-2 Marcatori 8′ p.t. Salah (R), 18′ p.t. Muriel (S), 40′ s.t. Quagliarella (S),15′ s.t. Dzeko (R), 48′ s.t. Totti (R)

Clamorosa rimonta giallorossa in una gara che ha visto più di un’ora di interruzione a causa di un violentissimo nubifragio abbattutosi sull’Olimpico a cavallo di primo e secondo tempo.
Dopo il vantaggio di testa di Salah la Samp approfitta delle marcature assai approssimative di un pessimo Juan Jesus in occasione delle due reti.
Poi la lunga pausa e la clamorosa rimonta, con in mezzo diverse grandi chance giallorosse, che chiamavano un miracoloso Viviano ad esaltarsi in varie circostanze.
Nel recupero gol decisivo del capitano Totti, che regala l’ennesima emozione al proprio pubblico e regala tre punti d’oro alla Roma, che scavalca in classifica gli uomini di Giampaolo.
Il numero dieci giallorosso era entrato all’intervallo assieme a Dzeko, rilevando Strootman ed un El Shaarawy che aveva fallito una grande chance nel primo tempo.

Chievo – Lazio 1-1 Marcatori: 6′ s.t. Gamberini (C), 9′ s.t. De Vrij (L)

La Lazio rischia di rimediare la seconda sconfitta in due anni al Bentegodi contro i clivensi, ma viene salvata dal un gol in mischia di De Vrij. Parita non molto spettacolare, decisa dalle reti di due difensori e con il Chievo che ha sfiorato il gol più spesso rispetto ai poco propositivi biancocelesti.
Da segnalare il ritorno in campo, da subentrato, di Keita dopo un’estate a dir poco turbolenta.

Atalanta – Torino 2-1 Marcatori: 9′ s.t. Iago Falque (T), 11′ s.t. Masiello (A), 36′ s.t. Kessiè (A) su rigore

Il Torino non conferma la sua tradizione favorevole a Bergamo negli ultimi anni e perde in rimonta all’”Atleti Azzurri d’Italia”. Meglio i nerazzurri dal punto di vista del gioco, vogliosi di uscire immediatamente dalla mini-crisi di inizio stagione.
Decisiva la realizzazione dell’ivoriano Kessie, che raggiunge l’assente Belotti a quota 4 in testa alla classifica cannonnieri del campionato. Grande personalità per il 20enne ex Cesena, che ha strappato la palla dalle mani di Paloschi al momento della realizzazione.
Espulsi entrambi gli allenatori per proteste nei confronti dell’arbitro.