Inter-De Boer, è addio. Rescissione consensuale dopo tre mesi negativi. Ora Pioli?

Frank De Boer non è più l’allenatore dell’Inter. La notizia, ormai nell’aria da diversi giorni, è stata ufficializzata da qualche minuto sia dal sito ufficiale dell’Inter che dallo stesso tecnico olandese, tramite il proprio profilo Instagram.

La rescissione del contratto è stata consensuale e pare che alla base della scelta ci sia stata la convinzione del gruppo Suning di esonerare il tecnico olandese.
I cinesi ed anche Thohir hanno spesso e volentieri espresso perplessità verso l’operato del tecnico nel corso di questi brevissimi ed intensi mesi di avventura meneghina.
La goccia che avrebbe fatto traboccare il vaso, secondo alcune indiscrezioni, potrebbe essere addirittura stata la mancata convocazione di Gabigol e Jovetic nel match di domenica sera con la Sampdoria.

L’avventura dell’ex tecnico e calciatore dell’Ajax a Milano ha visto 5 vittorie, 2 pareggi e ben 7 sconfitte. De Boer lascia la squadra al dodicesimo posto (a cinque punti dall’Europa League e a otto dalla Champions) e all’ultimo posto nel girone di Europa League.

– Il successore Per la successione il favorito pare essere Stefano Pioli, anche se i cinesi vedrebbero di buon occhio l’ipotesi di un tecnico straniero (Villas Boas?).
Nelle prossime due gare tra Europa League e campionato in panchina andrà il tecnico della Primavera Stefano Vecchi, che sta dirigendo in questi minuti il suo primo allenamento alla Pinetina.