L’Under 17 vola alla Fase Elite grazie ai gol di Davide Merola. Conosciamolo….

davide-merolaLa Nazionale italiana Under 17 ha ottenuto la qualificazione alla Fase Elite dell’Europeo di categoria nella giornata di ieri. Gli azzurrini, che hanno chiuso al primo posto il proprio girone, hanno avuto una grossa mano dai due gol segnati da Davide Merola, attaccante classe 2000 in forza alla formazione Allievi Under 17 dell’Inter.

Attaccante napoletano svezzato dalla florida società Mariano Keller, Merola è una punta mancino di ottima capacità realizzativa e velocità.
Ha delle caratteristiche che in un futuro possono renderlo anche una seconda punta, vista la buona propensione all’assist e la capacità di sapersi ben districare in dribbling.
E’ uno dei prospetti più interessanti dell’anno 2000 a livello italiano, anche se probabilmente il portiere del Milan Plizzari e l’attaccante della Juventus Moise Kean (non a caso già nel giro delle rispettive prime squadre) sono di livello superiore.
Nel giro azzurro sin dall’Under 15, vanta 11 reti in 24 gare disputate con tutte le selezioni giovanili azzurre finora approcciate. Una buonissima media gol, senza dubbio.

Ora il giovane bomber napoletano, all’Inter da tre anni, spera che i suoi gol in campionato possano aiutare a risollevarsi la sua squadra, visto che l’Inter è al momento leggermente attardata rispetto alla testa della classifica.
Anche tramite i gol di Merola (4 in 7 gare finora) passerà l’eventuale risalita della banda di Andrea Zanchetta.
Quello dei 2000 dell’Inter è un ottimo gruppo, che nel 2015 aveva conquistato il titolo di campioni d’Italia Giovanissimi Nazionali.
Tra gli elementi più interessanti di questo gruppo vi sono il capitano della Nazionale di categoria (il difensore Bettella), il terzino Grassini, le ali Visconti ed Esposito e gli attaccanti Patacchini, Adorante e Moises (quest’ultimo spagnolo arrivato dal Valencia e per ora molto deludente dopo valanghe di gol segnate in Spagna).

Già lo scorso anno Merola aveva avuto modo di fare bene con gli Allievi Under 17 sotto età, in una squadra formata perlopiù da ragazzi del 1999, con cui era arrivato fino alla Finale Scudetto di Cesena, nella quale aveva anche avuto modo di segnare la rete del momentaneo 1-1.
Merola aveva iniziato ad esplodere nell’anno dei Giovanissimi Nazionali, con cui aveva segnato a raffica ed impressionato in numerosi tornei internazionali (su tutti la Nike Cup, una sorta di torneo in stile vecchia Coppa Campioni a livello Under 15, nella cui fase italiana aveva realizzato 9 reti in 4 partite).

Da migliorare nella capacità di dar manforte alla squadra in fase difensiva ed in alcuni movimenti, se dovesse crescere in questi aspetti potrà certamente avere molte più possibilità di una carriera di buon livello, anche se è ancora un po’ presto per poter dire che giocatore è…
L’Inter, nel frattempo, osserva con grande interesse la sua crescita. Il responsabile del settore giovanile Roberto Samaden aveva parlato di 8-9 ragazzi con potenzialità da prima squadra nei prossimi anni all’interno del vivaio nerazzurro….chissà che Merola non sia uno degli interessati al discorso.