L’Under 19 di Baronio vola alla Fase Elite dell’Europeo in anticipo, giornata di gioia per il ct…..

Nazionale Italia
©Federazione Italiana Giuoco Calcio
Fonte: en.wikipedia

L’Under 19 di Roberto Baronio batte la quotata Armenia nella seconda gara della Prima Fase dell’Europeo Under 19, ottenendo così in anticipo il pass per la fase successiva del massimo torneo continentale di categoria.

Buona gara da parte degli azzurri, che dopo una fase di studio passano dopo 13’ grazie ad un diagonale del centravanti del Milan Primavera Cutrone, la cui evoluzione va seguita con grandissima attenzione già nei prossimi mesi, visto che qualcuno vocifera di un suo possibile coinvolgimento nella prima squadra di Montella.
L’Italia, forte del vantaggio, prova a creare le condizioni per il 2-0. Tumminello non sfrutta la buona verve dei due terzini azzurri, che tra il 28’ ed il 34’ gli confezionano due begli assist.

Nella ripresa l’Italia impegna in qualche circostanza Melikian, anche se mai in maniera troppo impegantiva.
Gli azzurrini rischiano di subire un brutto colpo all’81’, quando Mnatsakanian calcia per la prima volta in porta lungo tutto l’arco del match, trovando così il gol.
Gli azzurrini riabbassano subito la testa e trovano l’insperato gol del nuovo vantaggio al 93’, grazie ad un rigore di Marchizza, concesso per un fallo dell’estremo difensore di casa sul solito Cutrone.

Finisce così 1-2, con gli azzurri che volano in testa al proprio girone complice la vittoria dell’Ungheria Svizzera, che ora si giocherà la qualificazione nell’ultimo turno.

Feste a casa Baronio- Notizie felici per Roberto Baronio, vista la vittoria contro una squadra che conta diversi elementi impiegati in situazioni già di livello del campionato locale e la qualificazione.
A queste buone notizie si aggiunge anche la notizia della prima convocazione in prima squadra del nipote Niccolò con il Brescia.
Così ieri si era espresso in merito il tecnico del Brescia Christian Brocchi:“Mi mancava un terzino sinistro e così abbiamo pescato dalla Primavera: credo che per il ragazzo sia una bella soddisfazione… Non ne ho nemmeno parlato a Roberto (Baronio) che sarà aggregato alla squadra suo nipote…”.
Insomma…una giornata che l’ex centrocampista della Lazio ricorderà a lungo. Nel frattempo, fa un sorriso anche il movimento calcio italiano…

ITALIA U19 (4-4-2) : Del Favero; Scalera, Vogliacco, Marchizza (C), Llamas Acuna; Melegoni, Gabbia, Bordin (63′ Frattesi), Pierini (46′ Adjapong); Cutrone, Tumminello (81′ Locatelli).
A disp.: Plizzari (GK), Mattioli, Pellegrini, Pinamonti.
All.: Baronio.

ARMENIA U19 (4-4-1-1) : Melikian; Sargsyan, Nazaryan, Ghukasyan, Grigoryan E.; Bichakhchyan (84′ Movsesyan), Harutyunyan, Ter-Petrosyan (71′ Mnatsakanian), Vardanyan (46′ Gevorgyan); Galstyan (C); Petrosyan.
A disp.: Grigoryan M. (GK), Nadiryan, Manukyan, Baghdasaryan.
All.: Voskanyan.

Arbitro: Danilo Grujić (Serbia).
Assistente 1: Dejan Petrović (Serbia).
Assistente 2: Aleksejs Spasjonnikovs (Lettonia).
Quarto Ufficiale: Andris Treimanis (Lettonia).

Marcatori: 13′ Cutrone (Italia U19), 81′ Petrosyan (Armenia U19), 90+3′ Marchizza (Italia U19) su calcio di rigore.

Ammoniti: nessuno.
Espulsi: 90′ Melikian (Armenia U19).

Note: recupero 1’pt,4+1’st. Calci d’angolo: 6-5. Temperatura: 14°C (Soleggiato).