Euro Under 19: domani le semifinali, prevarrà il talento dei singoli più esperti o il collettivo ben rodato?

L’Europeo Under 19 è pronto ad entrare nelle sue fasi conclusive, con Portogallo-Olanda e Repubblica Ceca- Inghilterra che si contenderanno domani a Tbilisi l’accesso in finale

La prima della due semifinali menzionate, in programma alle 15 allo stadio Petriashvili, vedrà opposta l’Olanda ad un Portogallo pieno di classe ’99, moltissimi dei quali erano stati Campioni d’Europa Under 17 nella scorsa stagione in Azerbaigian.
L’Olanda ha avuto un cammino leggermente meno pomposo e trionfale in avvicinamento a questo traguardo, ma può vantare la presenza di due ragazzi che hanno già giocato con continuità in un campionato come l’Eredivisie (Grot ed il talentuoso centrocampista classe 1999 Ferdi Kadioglu, entrambi appena retrocessi in Eerste Divisie), forse due tra i migliori che hanno potuto prendere parte alla kermesse.
L’anno in più di molti degli elementi convocati dall’ex portiere della Roma Stekelemburg potrebbe giovare a favore dei giovani Orange? Può darsi, ma i sette punti su nove raccolti nel girone dal Portogallo non sembrano aver messo in luce questo aspetto, anzi.
Il Portogallo spera ora di continuare nei tanti successi del calcio giovanili lusitano degli ultimi anni, comprendenti anche i trionfi in un Europeo Under 19 e 17.

Tre ore dopo, alle 18, si assisterà con grossa probabilità un match equilibrato. Entrambe le squadre hanno fatto un cammino di assoluto livello nel corso della stagione, con tre vittorie su tre nella Fase Elite che hanno agevolato il passaggio all’Europeo georgiano.

Gli inglesi possono contare su elementi appartenenti a i vivai dei maggiori club della Premier, su tutti il florido settore giovanile del Chelsea, certamente tra i migliori in Europa in questi anni.La Reppublica Ceca, dal canto suo, non è da meno. La differenza potrebbe farla la presenza di elementi che vantano già esperienze tra i professionisti, su tutti i difensori Chalik (Nk Pribram) e Holek (terzino, Sparta Praga).

La parola passa ora, come sempre, al campo. Buon divertimento a tutti…