Federico Chiossi, da Modena a Bergamo per crescere e spiccare il volo

Federico Chiossi riparte da Bergamo e dall’Atalanta per la sua crescita. Dopo una stagione con sette presenze in Lega Pro nel Modena, squadra della sua città natale e di cui è tifosissimo, il giovane centrocampista classe ’99 ha cambiato aria.

La maggioranza dei ragazzi della sua età finora può contare solo esperienze in Primavera, differentemente da quello che si può dire per lui.
Se quelle gare disputate, moltissime delle quali da titolare, erano più dovute ad emergenza che ad altro, va comunque sottolineato il fatto che i Canarini avevano scelto di puntare su di lui sin da inizio stagione, probabilmente considerando come tempo perso la possibilità di schierarlo in Berretti.
Un talento che ora dovrà provare a tutti a sbocciare, mettendosi in luce in nerazzurro e non dovendo rimpiangere la scelta di aver lasciato i colori che tanto amava in nome di un percorso di crescita in una società più ambiziosa e prestigiosa.
Ad un iter che si sarebbe sviluppato in prima squadra ha preferito un tipo di sviluppo tecnico-tattico diverso, incentrato sulla voglia di prendere in mano le chiavi del centrocampo di quella che sarà una formazione assai competitiva il prossimo anno.
I migliori classe ’99 di quella nidiata hanno già bruciato le tappe tra i professionisti (Capone e Latte sono in prestito a Pescara e Bastoni e Melegoni in prima squadra), ma mister Brambilla potrà comunque contare su moltissimi dei classe ’99 che avevano portato a Bergamo lo Scudetto Allievi nel 2016.
A Chiossi il compito di integrarsi al più presto e far brillare le proprie qualità nel nuovo Campionato Primavera A.