Atalanta-Lazio, le pagelle dei biancocelesti: Biglia e Immobile top

La Lazio, seppur a fatica, esce vittoriosa da Bergamo. Ecco le pagelle dei biancocelesti:

Facebook
Facebook

Marchetti 5: le parate sui tiri centrali sono da considerarsi normale amministrazione per un portiere. Non lo è invece prendere gol sul primo palo (il primo) o respingere centralmente tiri dalla distanza come in occasione del gol del 2-3 atalantino;

Basta 6,5: solita partita ordinata e diligente del terzino. Rispetto al solito spinge un po’ meno ma quando lo fa serve a Cataldi il pallone per quello che poi diventerà il gol partita;

De Vrij6: partita senza sbavature la sua. Con lui in campo la squadra sembra più sicura;

Hoedt 6,5: buona partita del centrale olandese che trova anche il gol;

Lukaku 6,5: è probabilmente la sorpresa della serata. Concentrato, tatticamente ineccepibile, roccioso. Il suo apporto in fase di spinta è costante;

Biglia 6,5: insieme a Immobile è il migliore della Lazio. Si fa apprezzare specialmente in fase di interdizione recuperando un numero considerevole di palloni;

Parolo 6: parte male ma cresce nella ripresa;

Milinkovic Savic 5,5: la botta presa ad inizio partita probabilmente lo condiziona. Non incide anche se bisogna riconoscere che prova a lottare su ogni pallone;

Kishna 6: molto bene nella prima frazione di gioco dove le sue accelerazioni creano spesso grattacapi alla retroguardia orobica. Partecipa anche all’azione del momentaneo 0-3. Cala vistosamente nella ripresa;

Lombardi 6,5: il ragazzo è intelligente e si gioca bene le sue carte all’esordio assoluto in Serie A rendendosi protagonista di una partita senza sbavature e soprattutto senza voglia di strafare. Trova anche il gol. Cosa volere di più?

Immobile 6,5: le fortune della Lazio in questa stagione passeranno da lui. Dopo la partita di questa sera è una certezza;

Djordjevic 5: il suo ingresso in campo non incide minimamente. Non apporta valore aggiunto ad una Lazio comunque in difficoltà;

Wallace 5: disastrosa la sua copertura sul gol del 3-4 siglato da Petagna;

Cataldi 6,5: ha il merito di siglare quello che si rivelerà essere il gol partita.