C. League, i risultati della 4° giornata: crollo Real, Tottenham e City agli ottavi

Si è conclusa la 4° giornata di Champions League con le partite del mercoledì europeo.

Fonte: foto-calcio-napoli.it (Danilo Rossetti)

Le squadra dei gruppi E,F,G,H, hanno caratterizzato la serata con alcuni risultati soprendenti e altrettanti inaspettati. Il Real Madrid è crollato in casa del Totthenam rischiando, così, il primato del suo girone. Il Napoli è partito bene, poi l’infortunio di Ghoulam e qualche disattenzione difensiva hanno dato spazio al Manchester City e al capovolgimento di una gara piena di gol ed emozioni. Di seguito il riassunto delle gare della serata.

GRUPPO E (Liverpool 8; Siviglia 7; Sp. Mosca 5; Maribor 1)

Siviglia-Sp. Mosca 2-1

Lenglet al 30′ e Banega al 52′ hanno messo, inizialmente, in sicurezza la gara. Spagnoli in pieno controllo fino all’affondo dei russi che hanno accorciato le distanze con Ze Luis al 78′. Il Siviglia si è coperto e fino alla fine ha difeso i 3 punti, fondamentali al fine della classifica.

Liverpool-Maribor 3-0

Per quanto visto all’andata, si prevedeva una pioggia di gol. C’è stata, non così potetente e tutta concentrata nella ripresa. Nonostante questo, le statistiche parlano chiaro. il divario tra le dua formazioni è stato vasto. Il primo tempo è terminato a reti bianche, ma i padroni di casa hanno contato più di 400 passaggi contro una quarantina degli ospiti. Nel secondo tempo gli uomini di Klopp si sono sbloccati. Il vantaggio è arrivato con Salah al 49′ prima del rigore fallito da Minler al 53′. Prima Emre Can al 64′ e Sturridge al 90′ hanno chiuso la gara.

GRUPPO F (Mancheter City 12; Shakhtar 9; Napoli 3; Feyenoord 0)

Napoli-Manchester City 2-4

Passivo pesante per quanto visto in campo. Chiariamo: il City ha meritato di vincere, anche se il Napoli ha fatto la partita in alcuni momenti del match. Gli azzurri sono partiti aggressivi e si sono portati in vantaggio con  Insigne al 21′ dopo un bel dialogo con Mertens. Otamendi ha pareggiando i conti di testa al 34′ dopo che i padroni di casa hanno perso Ghoulam per infortunio. Gli uomini di Guardiola hanno ribaltato il risultato con la rete di Stones al 48′. Da un possibile 3-2 con un tiro di Callejon bloccato solo dalla grande parata di Ederson si è passati al 2-3 firmato Aguero dopo una discesa paurosa di Sanè al 69′. Il definitivo 2-4 è stato firmato da Sterling al 92′. Tanti errori difensivi, Napoli pericoloso a tratti, ma troppo poco per questo City.

Shakhtar-Feyenoord 3-1

Gli olandesi si sono portati in vantaggio al 12′ con Jorgensen, ma i padroni di casa hanno ribaltato immediatamente la gara con due gol tra il 14′ e il 17′ siglati da Ferreyra e Marlos. Il centrocampista ucraino ha poi segnato anche il 3-1 al 68′.

GRUPPO G (Besiktas 10; Porto 6; Lipsia 4; Monaco 2)

Besiktas-Monaco 1-1

Partita giocata in anticipo alle 18. I francesi si sono portati in vantaggio con Rony Lopes al 46′ del primo tempo, nel pieno dei minuti di recupero. Al 54′ un calcio di rigore realizzato da Tosun ha rimesso in pari il risultato della gara che, poi, si è conclusa senza ulteriori emozioni.

Porto-Lipsia  3-1

Padroni di casa in vantaggio con Hector Herrera al 13′. Werner ha pareggiato i conti al 48′ prima della doppietta di Pereira tra il 61′ e il 93′.

GRUPPO H (Tottenham 10; Real Madrid 7; Borussia Dortmund, APOEL 2)

Tottenham-Real Madrid 3-0

Vittoria importantissima degli Spurs contro gli spagnoli. Padroni di casa in vantaggio con D. Alli al 27′. Il Real non è riuscito ad impostare il suo gioco ed è andato negli spogliatoi in svantaggio. Gli ospiti sono rientrati in campo con un volto completamente differente. Nonostante questo, nel loro momento migliore il Tottenham ha colpito ancora con il centrocampista inglese al 56′. Da quel momento, c’è stata solo una squadra in campo. Il Tottenham ha macinato occasioni fino al 65′ con la rete di Eriksen su assist di Kane. Gli spagnoli non hanno mollato e all’80’ hanno accorciato le distanze con Cristiano Ronaldo, bravo a raccogliere una palla in area e a sorprendere il portiere avversario Hugo Lloris.

Borussia Dortmund-APOEL 1-1

Non si è andati oltre al pareggio nella partita tra i tedeschi e i greci. Padroni di casa in vantaggio con Guerrerio al 29′, unica vera emozione dei primi 45′ di gioco. Nella ripresa, primo tiro in porta della partita per gli avversari che è valso l’1-1 con Pote.