Cagliari-Genoa 1-0, le pagelle del Grifone: Santo Stefano indigesto

Finisce 1 a zero contro i padroni di casa: il Genoa non riesce ad espugnare la Sardegna Arena  e, grazie ad un errore difensivo, gli isolani tornano alla vittoria.

Cagliari-Genoa fonte: genoacfc.it
Cagliari-Genoa fonte: genoacfc.it

Cesare Prandelli lancia delle novità, modificando il modulo con un 4-5-1. Piątek unica punta convince poco, ma a tirar le somme i Grifoni hanno disputato una buona partita, forse con un pò più di precisione nel secondo tempo il risultato finale sarebbe potuto essere diverso.

Le pagelle del Grifone:

Radu 6: Non ha tutte le colpe sul gol di Farias, anche se poteva fare qualcosina in più. Ma la traiettoria del pallone lo trae in inganno. Fortunato sul palo di Barella.

Biraschi 6: Gli attaccanti avversari non sfondano dalla sua parte, però nella ripresa deve fare gli straordinari per il modulo offensivo voluto da Prandelli.

Romero 6: Pochi secondi e compie un intervento da giallo su Joao Pedro. Quando il match entra nel vivo, il fardello del cartellino gli costa la sostituzione con Favilli. Salva di testa la porta, sporcando un tiro insidioso di Barella. Grandi qualità ma troppo irruento.

Criscito 6: Deve contenere Pavoletti, rimediandosi anche una gomitata non sanzionata da Orsato. Nella ripresa si sposta centrale, in coppia con Biraschi.

Pereira 5: Occasione da titolare per far rifiatare Romulo. Prestazione insufficiente, sia per la gara disputata che per non aver marcato adeguatamente Farias in occasione del gol.

Hiljemark 6: Sembra un pò a corto di fiato. Si limita a fare il compitino, infatti Prandelli lo sostituisce con Veloso.

Sandro 5: Porta quantità ma appare troppo lento e macchinoso per il gioco del mister rossoblu. Viene sacrificato per il cambio modulo nell’intervallo: al suo posto Kouamé.

Bessa 6,5: Si mangia la rete del pareggio, però è l’anima del centrocampo genoano. E’ in costante crescita e per Prandelli diventa un punto fisso.

Lazović 6,5: Il migliore in campo. Acquisisce fiducia dopo il gol segnato all’Atalanta. Il più pericoloso anche quando viene spostato a terzino sinistro. Maran se ne accorge, facendo raddoppiare la marcatura su di lui.

Rólon 5: Non bissa la gara con la Dea. Si mangia un gol nel primo tempo. Unica cosa per cui si fà notare oggi.

Piątek 5,5: Non è brillante e appare confusionario. Poche occasioni mal sfruttate.

Kouamé 6: Entra per provare a ribaltare il risultato. Difatti, il Genoa diventa subito più pericoloso. Si spegne nel finale di gara.

Favilli 6: Porta centimetri all’attacco rossoblu. Gioca di fisico, cercando anche il gol. Il Genoa spera nel suo recupero.

Veloso 5: Al posto di Hiljemark, entra per ridare ossigeno al centrocampo. Appare lento e macchinoso.

All. Prandelli 6: Prepara bene la gara. Nel primo tempo il Genoa si rende pericoloso, soffrendo poco gli avversari. Viene punito per l’unica disattenzione a fine primo tempo. Una tendenza che il mister tenterà di correggere. Nella ripresa corregge subito la squadra per tentare di raddrizzare il risultato. In generale, la mano di Prandelli si vede.